Agenti della polizia penitenziaria aggrediti nel carcere di Rossano

Per loro sette giorni di prognosi. La denuncia del sindacato: «Organico carente»

di Salvatore Bruno
15 maggio 2017
17:40

Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, e Damiano Bellucci, segretario nazionale del sindacato di polizia penitenziaria, hanno denunciato l’aggressione, all’interno del carcere di Rossano, ai danni di tre agenti, costretti a ricorrere alle cure dei sanitari.

«La prognosi è di sette giorni – affermano Durante e Bellucci - La casa circondariale di Rossano, una delle più complesse della Calabria a causa della tipologia di detenuti ristretti, soffre di una grave carenza di personale di polizia penitenziaria. La struttura necessiterebbe - concludono i due dirigenti del Sappe - di un incremento di organico di almeno 30 unità. Ai colleghi va la nostra solidarietà».


 

Salvatore Bruno

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top