Catanzaro, detenuto si dà fuoco per protesta: salvato

Un detenuto tunisino si è dato fuoco dopo essersi avvolto le gambe con dei giornali intrisi di olio. L’uomo, che vorrebbe ottenere l’espulsione dal Paese, è stato salvato grazie all’intervento immediato di un agente che è riuscito a spegnere le fiamme

di Redazione
10 maggio 2016
11:27

Lo scopo sarebbe stato quello di ottenere l’espulsione dal nostro Paese: questo il motivo per cui un detenuto tunisino ristretto nella casa circondariale di Catanzaro ha deciso di darsi fuoco, dopo essersi avvolto le gambe con dei giornali intrisi di olio. L'uomo è stata salvato grazie all’intervento immediato di un agente della penitenziaria che è riuscito a spegnere le fiamme.

 


Il fatto è stato segnalato dal Sappe, il sindacato degli agenti penitenziari che ricorda come nel corso dell’anno appena trascorso, gli atti di autolesionismo avvenuti nelle carceri italiane sono stati oltre 7 mila, più di 4 mila attribuibili a stranieri e oltre 2700 ad italiani. In Calabria i casi sono stati, sempre secondo la Sigla, 69 (12 stranieri e 57 italiani), a cui si aggiungono 39 suicidi.

COMMENTI
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top