'Ndrangheta, catturato in Spagna dopo anni di latitanza: Vittorio Raso scarcerato per un cavillo

L'uomo era stato arrestato sabato scorso in una operazione congiunta tra la squadra mobile di Torino e la polizia spagnola. Ma un giudice ispanico lo ha liberato 

9
di Redazione
15 ottobre 2020
08:40
Vittorio Raso durante il fermo, foto da La Stampa
Vittorio Raso durante il fermo, foto da La Stampa

Vittorio Raso, arrestato sabato scorso dopo due anni di latitanza a Barcellona, in un'operazione congiunta tra la squadra mobile di Torino e la polizia spagnola, è stato scarcerato. Il presunto boss della 'Ndrangheta, con alle spalle una condanna a vent'anni in primo grado, è stato liberato a 48 ore dall'arresto per un cavillo da un giudice spagnolo.

Contro di lui, sul mandato europeo di cattura, c'erano vari reati che andavano dallo traffico internazionale e l'usura. Proprio quest'ultimo reato - come anticipato sulle pagine locali del quotidiano La Stampa - è stato inserito in Spagna in un elenco di reati per cui non si va in carcere. Così per Raso la cella si è subito riaperta.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio