Narcotraffico

Nuova narcos europea, latitante vibonese si costituisce in carcere

Si era reso irreperibile dal giorno in cui è scattata l'operazione della Dda di Reggio Calabria. È accusato di aver commercializzato cocaina a Milano rifornendosi dai Molè di Gioia Tauro

18
di Redazione
27 dicembre 2021
18:09
Il carcere di Reggio Calabria
Il carcere di Reggio Calabria

Si è costituito nel carcere di Reggio Calabria Giuseppe Baratta, 56 anni, di Nicotera, residente a Cormano, in provincia di Milano, coinvolto nell’inchiesta della Dda di Reggio Calabria “Nuova Narcos Europea” che il 16 novembre scorso ha colpito principalmente il clan Molè di Gioia Tauro. Da tale data si era reso irreperibile. 

È accusato del reato di associazione a delinquere finalizzata al narcotraffico ed in particolare di essersi reso disponibile a commercializzare cocaina – fornita da Rocco Molè, 26 anni, di Gioia Tauro – nella città di Milano. Gli viene contestata altresì la recidiva reiterata specifica. Giuseppe Baratta è difeso dall’avvocato Francesco Capria.


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top