Rilancio dell'ospedale di Soverato: incontro tra il sindaco e l'Asp

Nei prossimi giorni verranno aggiudicati ed avviati i lavori di riqualificazione del blocco operatorio di ginecologia che permetterà anche di riattivare il punto nascite. Successivamente sarà potenziato il pronto soccorso e si assumerà altro personale

di R. G.
24 luglio 2020
10:09
Il pronto soccorso dell’ospedale di Soverato
Il pronto soccorso dell’ospedale di Soverato

È stato un lungo e proficuo incontro quello che si è svolto presso la direzione generale dell’ASP di Catanzaro tra il sindaco di Soverato Ernesto Alecci, il commissario dell’ASP di Catanzaro  Luisa Latella e il direttore sanitario Ilario lazzaro. Oggetto dell’incontro il presidio ospedaliero di Soverato. Il sindaco ha voluto mettere a conoscenza il commissario circa gli umori e le preoccupazioni che quotidianamente si fanno largo tra residenti del comprensorio soveratese e gli operatori del sistema sanitario relativamente al prossimo futuro del presidio. La commissaria Latella, coadiuvata dal direttore Lazzaro, ha edotto il sindaco su tutte le iniziative e le attività messe in campo per rilanciare l’azione ed i servizi erogati dell’ospedale di Soverato.

Lavori di riqualificazione dell'ospedale

Nei prossimi giorni verranno aggiudicati ed avviati i lavori di riqualificazione del blocco operatorio di ginecologia che permetterà anche di riattivare il punto nascite. Successivamente si passerà alla riqualificazione delle restanti sale operatorie che oggi faticano a garantire gli standard di sicurezza richiesti dalla normativa vigente. Sono state inoltre individuate nuove linee di finanziamento per potenziare il pronto soccorso che vedrà la realizzazione della “camera calda” che permetterà alle autoambulanze di entrare direttamente all’interno dei locali ospedalieri senza dover più esporre i pazienti alle intemperie, come purtroppo avviene oggi.

Potenziare l'organico

Il sindaco ha evidenziato che oltre agli interventi strutturali vi è l’urgenza di potenziare in maniera significativa la pianta organica che risulta sottodimensionata in molti reparti garantendo molte volte i servizi minimi grazie allo spirito di abnegazione e di altruismo del personale sanitario. Il direttore sanitario ha evidenziato come alcune assunzioni siano già state realizzate ma che delle altre verranno effettuate al più presto attraverso l’opportunità di attingere a graduatorie già esistenti e per mezzo di nuovi bandi di concorso.

Un presidio strategico

Dal dibattito è emersa anche la piena sintonia con il commissario alla sanità Saverio Cotticelli, anch’egli convinto che il presidio ospedaliero di Soverato, come più volte manifestato dal generale al sindaco Alecci, sia indispensabile per il comprensorio soveratese che serve un bacino di circa 100.000 abitanti che aumenta in modo esponenziale nel periodo estivo. Il primo cittadino ha espresso anche grande fiducia circa il lavoro che l’attuale amministrazione regionale sarà chiamata a fare nei prossimi giorni per la programmazione di ingenti fondi europei destinati al sistema sanitario regionale che rappresentano una incredibile, quanto irripetibile, opportunità. Alla fine dell’incontro il Alecci  si è detto soddisfatto dei chiarimenti ottenuti ed ha ringraziato gli interlocutori per la disponibilità e l’atteggiamento costruttivo dimostrato aggiornandosi alle prossime settimane per osservare gli stati di avanzamento su quanto pianificato. 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio