Il leader di Iv ha aperto questa crisi con un solo obiettivo: liquidare Giuseppe Conte, magari allettando qualche dirigente democrat sulla possibilità di sostituire l’inquilino di Palazzo Chigi. E sul punto, il segretario del partito si troverà ad un bivio vitale: se dovesse cedere alle false lusinghe dell’ex presidente del Consiglio sarebbe un passo mortale

136 condivisioni
di Pasquale Motta
Zingaretti non ha scelta deve fermare Renzi. L’alternativa a Conte: elezioni o morte Pd

VIDEO CONSIGLIATI

La Calabria mangiata dal peggior ceto politico: che il 2020 se lo porti via, rinasceremo!
di Pasquale Motta
320 condivisioni

Da lustri ormai la nostra terra rappresenta il boccone prelibato da cui “prendere e mangiare tutti”. Augurarsi e sperare di liberarsi di questo amalgama tossico e malriuscito coacervo di vampiri affamati di sangue, è un sogno? Può darsi,  ma alla fine di un anno terribile come quello che ci stiamo lasciando alle spalle, è giusto e legittimo anche sognare. Scriveva la straordinaria analista e scrittrice junghiana Clarissa  Pinkola Estés: “In tempi duri dobbiamo avere sogni duri, sogni reali, quelli che, se ci daremo da fare, si avvereranno” (ASCOLTA L'AUDIO)

Rendere obbligatorio il vaccino anti-Covid: liquidare i no vax e i cazzari del negazionismo
di Pasquale Motta
430 condivisioni

Il vaccino è un dovere morale per difendere sé stessi e gli altri. Soprattutto le centinaia di migliaia di medici e operatori sanitari che, nel prestare assistenza ogni giorno, rischiano la propria vita. Con quale diritto qualcuno può solo immaginare che l’esercizio del diritto alla propria autodeterminazione possa mettere in discussione la sicurezza degli altri e in alcuni casi la stessa vita? (ASCOLTA L'AUDIO)

La Sanità distrutta dai politicanti calabresi. Ora andate via, liberate la nostra terra
di Pasquale Motta
27069 condivisioni

In questi 8 mesi la Regione guidata da Santelli, da Spirlì, da Tallini e tutta la carovana di nani e ballerine di cui si era circondata la defunta presidente della regione non ha praticamente fatto niente per fronteggiare la prevedibile seconda ondata. Almeno in questo caso la responsabilità è tutta calabrese (ASCOLTA L'AUDIO)

Jole Santelli, Mario Oliverio e Cristian Invernizzi
di Pasquale Motta
59 condivisioni

VIDEO | Appaiono paradossali le dichiarazioni entusiastiche della governatrice all’indomani della tornata elettorale in Calabria. La coalizione di centrodestra che la sostiene alla Regione esce fortemente ridimensionata. Ma anche il centrosinistra arranca, mentre i Cinque stelle evaporano. Segnali che dovrebbero indurre a una riflessione seria sulla sfiducia dei calabresi (ASCOLTA AUDIO)

La Santelli, il Covid, i disastri in sanità e il flop misure: la Calabria dalla padella alla brace?
di Pasquale Motta
1533 condivisioni

Dopo 8 mesi di governo non si è intravista nemmeno lontanamente quella azione riformatrice tante volte auspicata. La giunta regionale sta annegando nel mare di sciocchezze dentro le quali si è alimentata in questi mesi. Misure sanitarie anti covid e sostegno all’economia si stanno rivelando dei disastri paurosi. Sarebbe lecito conoscere il Mister X che scrive i provvedimenti e le misure dei bandi (ASCOLTA L'AUDIO)

Paola Militano
di Pasquale Motta
154 condivisioni

Purtroppo per l’editore-direttore del Corriere della Calabria Paola Militano, il nostro editore non risulta indagato in nessuna delle inchieste citate nella loro velenosa narrazione, dove sono costretti a sottolinearlo più volte. Dimenticando di dire però che il nostro editore ha denunciato i vertici dei Piscopisani e si è costituito parte civile nel processo a loro carico. Il resto sono solo rancorose illazioni

La discarica di Celico e il giornalista Rondinella
di Pasquale Motta
161 condivisioni

Lo sgradevole episodio del quale è rimasto vittima il nostro Pietro Comito mentre svolgeva il suo lavoro presso la discarica di Celico, ad opera di un sedicente consulente della comunicazione e giornalista, mi costringe, per l’ennesima volta, a segnalare al nostro Ordine professionale e al nostro Sindacato, ahimè inascoltato, la pericolosa deriva che sta prendendo la professione giornalistica. Anche perché il soggetto in questione continua a delirare sui social