Elezioni Crotone, Gelmini: «Il centrodestra vincerà, grande coalizione a sostegno di Manica»

La capogruppo di Fi alla Camera tira la volata al candidato sindaco. E non dimentica il ponte sullo Stretto: «Si applichi il modello Genova»

23
di Redazione
15 settembre 2020
12:44
Mariastella Gelmini con Antonio Manica
Mariastella Gelmini con Antonio Manica

«Crotone è un test elettorale importante per la Calabria e per tutto il Paese. Ci sono migliaia di comuni che vanno al voto il 20 e 21 settembre, ma solo 18 sono comuni capoluogo e Crotone è uno di questi. Il martedì sera i telegiornali faranno il conto dei capoluoghi di provincia conquistati dal centrodestra, e decreteranno chi ha vinto le elezioni amministrative. E io non ho dubbi che Crotone sarà tra questi». Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, a Crotone nel corso di una conferenza stampa per sostenere il candidato sindaco del centrodestra Antonio Manica.

 

«Non potevo mancare quindi a dare il mio sostegno ad Antonio Manica, candidato da Forza Italia. Una persona per bene – ha sottolineato – che rappresenta i valori del centrodestra e che ha messo insieme, grazie anche all'impegno dell'onorevole Torromino, una grande coalizione, con una forte presenza della società civile».

Il Ponte sullo Stretto

«Il governo non ha dato attenzione al Mezzogiorno, è insensibile. Pensa di aver liquidato tema del Sud con reddito di cittadinanza ma si fa assistenzialismo non sviluppo. Noi abbiamo presentato emendamenti per il Ponte sullo Stretto perché costerebbe di più non realizzarlo che farlo», ha detto ancora Gelmini.

«Il ponte sullo Stretto è un cavallo di battaglia di Berlusconi – ha aggiunto Gelmini – e noi crediamo che debba essere realizzato. Credo nel modello Genova e in come è stato possibile ricostruire in tempi rapidi un ponte mettendo da parte burocrazia. Il governo risponda del non fatto in tema di infrastrutture nel Mezzogiorno altrimenti abbia il coraggio di votare una proposta di Forza Italia che non è la modifica al codice dell'appalti. Io sono convinta che per la statale 106 come per il ponte sullo Stretto o l'alta velocità serve utilizzare il modello Genova abbattendo la burocrazia ed individuando responsabili senza mettere lacci e lacciuoli agli enti locali. Non c'è scusa di mancanza soldi. I soldi ci sono manca la capacità di investirli in debito buono per la rinascita del Mezzogiorno».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio