Accoltella il fratello al culmine di una lite, arrestato dai carabinieri

In carcere il rumeno di 38 anni di Montalto Uffugo, che ha gravemente ferito il familiare durante una colluttazione. L'accusa è di tentato omicidio

di Salvatore Bruno
3 gennaio 2019
20:53
8

E’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, con l’accusa di tentato omicidio, il rumeno di 38 anni di Montalto Uffugo, che al culmine di una lite, nella notte tra il 3 e il 4 gennaio, avrebbe accoltellato alla schiena il fratello 33enne. La vittima dell’aggressione, colpita sotto la scapola sinistra, versa in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza.

La ricostruzione dell’aggressione

I carabinieri sono stati allertati proprio dal personale del pronto soccorso. Il 38enne, a sua volta medicato per alcune ferite superficiali ed escoriazioni, è stato condotto nella caserma del comando provinciale dai militari dell’arma, per ricostruire la dinamica degli eventi. Dall’interrogatorio, secondo quanto si è appreso, è emerso che la colluttazione fisica è maturata al culmine di una lite scoppiata per questioni ereditarie, all’interno del cortile dell’abitazione dell’aggressore, terminata con l’accoltellamento da parte di quest’ultimo del proprio fratello. Gli elementi indiziari raccolti dal personale della compagnia carabinieri di Rende e del nucleo investigativo dei carabinieri di Cosenza, hanno indotto il Pm di turno ad emettere il provvedimento restrittivo. L’ arrestato, è stato condotto in carcere.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio