La manifestazione

«Aumento ridicolo dello stipendio, la scuola si ribella»: la protesta dei docenti a Catanzaro

Manifestazione questa mattina davanti alla sede dell'Ufficio scolastico regionale. Sotto accusa le scelte del Governo relative al rinnovo contrattuale del personale docente e agli adeguamenti stipendiali 

90
di Redazione
10 dicembre 2021
15:20
La protesta degli insegnanti a Catanzaro
La protesta degli insegnanti a Catanzaro

Una delegazione composta da docenti e rappresentanti sindacali ha partecipato, questa mattina, alla manifestazione di protesta indetta davanti alla sede dell’Ufficio scolastico regionale della Calabria, a Catanzaro Lido. Lo sciopero è stato indetto da Cgil e Uil, con l’adesione anche di Snals Gilda e di altre sigle autonome, con lo slogan “Adesso basta, la scuola si ribella”. Sotto accusa sono finite le scelte del Governo relative al comparto scuola sia per il rinnovo contrattuale del personale docente che per gli adeguamenti stipendiali ritenuti «assolutamente insufficienti». «Rispetto agli altri dipendenti della pubblica amministrazione – hanno evidenziato i sindacati – questa è una categoria bistrattata, con la proposta di un aumento ridicolo dello stipendio».

Il segretario generale della Cisl Scuola Calabria, Arcangelo Carbone, ha spiegato: «Abbiamo ritenuto di non aderire alla forma estrema di protesta dello sciopero perché prima bisogna chiudere l’interlocuzione al tavolo ministeriale. In questo particolare momento - ha aggiunto - riteniamo di lasciare aperto il dialogo ed ottimizzare quanto più possibile sulle questioni inerenti il personale che rappresentiamo, visto, poi, che alcune proposte sono già state prese in considerazione».


GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top