Coronavirus in Calabria, il bollettino del 16 marzo della Regione sui contagi

I dati sui pazienti positivi al Covid-19, sulle quarantene volontarie e sui rientri stilati dal dipartimento regionale Tutela della salute

550
di Redazione
16 marzo 2020
17:23

Pubblicato il bollettino della Regione Calabria in merito all’emergenza sanitaria coronavirus.

I dati segnalano un aumento dei contagi: oggi sono 89 (ieri erano 68). Le persone risultate negative ai test sono invece 730.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

  • Catanzaro: 7 in reparto; 2 in rianimazione; 4 in isolamento domiciliare
  • Cosenza: 15 in reparto; 3 in rianimazione; 5 in isolamento domiciliare
  • Reggio Calabria: 9 in reparto; 2 in rianimazione; 19 in isolamento domiciliare; 1 guarito; 1 deceduto
  • Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare
  • Crotone: 5 in reparto; 12 in isolamento domiciliare

LEGGI ANCHE: Coronavirus in Calabria: tutti gli aggiornamenti in diretta

Le persone in quarantena volontaria sono 4583, così distribuite:

  • Cosenza: 1230
  • Crotone: 293
  • Catanzaro: 371
  • Vibo Valentia: 458
  • Reggio Calabria: 2231

Le persone giunte in Calabria negli ultimi 14 giorni che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 7793.

Nelle scorse ore è stato pubblicato dalla Regione un avviso per acquisire in tempi rapidi apparecchiature e dispositivi di protezione utili a fronteggiare il probabile aumento dei contagi nella nostra Regione.

Il decreto Cura-Italia

Nella giornata odierna è stato approvato dal Governo il decreto marzo con le ultime misure per l'emergenza coronavirus: aiuti per medici, lavoratori, famiglie e imprese; un'iniezione di sostegno all'economia da circa 25 miliardi. 

«Con il nostro modello stiamo offrendo una risposta all'emergenza coronavirus anche con una politica economica. Siamo stati i primi - ha detto il premier Giuseppe Conte durante una conferenza stampa dopo il Cdm - a mettere in campo 25 miliardi di euro a benificio delle imprese e delle famiglie e attiviamo flussi per complessivi per 350 miliardi. Non abbiamo mai pensato di poter combattere un'alluvione con gli stracci, stiamo cercando di costruire una diga per proteggere gli italiani, vogliamo che l'Europa ci segua. L'Italia è promotrice di un messaggio che si estende a tutti gli europei. L'Italia – ha aggiunto - è in prima fila».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio