Castrovillari, Comune contro Regione per la riapertura della discarica

Nel sito di Campolescia dovrebbero essere conferiti i rifiuti provenienti dalle province di Vibo Valentia e di Reggio Calabria. Ma il primo cittadino si oppone e chiede l'intervento della locale Procura e del prefetto di Cosenza

27
di Redazione
18 giugno 2020
13:28
(immagini di repertorio)
(immagini di repertorio)

Muro contro muro tra il Comune di Castrovillari e la Regione Calabria per quanto riguarda la riapertura della discarica di Campolescia con il sindaco della città del Pollino, Domenico Lo Polito, che chiama in causa la locale Procura della Repubblica e il Prefetto di Cosenza.

«Con note pervenute in date 17 e 18 giugno la Regione - afferma Lo Polito - ha intimato il sindaco di Castrovillari di riaprire la discarica di Campolescia per il conferimento di rifiuti provenienti dalle province di Vibo Valentia e di Reggio Calabria».

Il primo cittadino di Castrovillari, in una nota, «ha espresso immediatamente il proprio forte diniego nel dare esecuzione a un verbale di somma urgenza della Regione che disponeva a riguardo, ritenendolo illegittimo. Nonostante tutto - riporta ancora il testo - la Regione con propria nota del 17 giugno ha contestato la ferma presa di posizione del sindaco di Castrovillari minacciando di denunciarlo per interruzione di pubblico servizio». Contestualmente, Lo Polito ha risposto a tale intimazione chiedendo alla Procura di Castrovillari e al Prefetto di Cosenza il loro «intervento per il ripristino della legalità».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio