Bufera sulla fondazione “Calabresi nel mondo”, indagato anche Pino Galati

Le risorse comunitarie erano destinate all'ente in house della Regione Calabria. Sequestro beni a Catanzaro, Lamezia e Roma

di Redazione
15 marzo 2018
11:56

Nel corso dell’odierna mattinata, a Catanzaro, Lamezia Terme e Roma, militari del nucleo investigativo carabinieri di Catanzaro, coadiuvato dai comandi territorialmente competenti,hanno dando esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per equivalente emesso dal gip del Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di 3 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di abuso d’ufficio, falsità ideologica e peculato: Giueppe Galati, Giuseppe Antonio Bianco e Mariangela Cairo. 

 


Le indagini, che si inquadrano nell’ambito dell’attività volta al contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, hanno permesso di acclarare la responsabilità in merito alla distrazione di fondi comunitari destinati alla fondazione “Calabresi nel mondo”, ente in house della Regione Calabria, attualmente sottoposta a procedura di liquidazione nonché  individuare l’illecita locazione di un locale avente sede a Roma.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top