Smaltivano abusivamente reflui oleari: due denunce nel Crotonese

Dopo una segnalazione circa la presenza di acque scure che emanavano cattivi odori, i carabinieri forestali hanno eseguito controlli a Casabona. Sequestrate le cisterne di due frantoi

12
di Redazione
21 maggio 2020
14:06

Due cisterne di frantoi oleari, utilizzate per smaltire illecitamente acque reflue di molitura, sono state sequestrate a Casabona, in distinte attività, dai carabinieri forestali che hanno denunciato due imprenditori. L'attività aveva preso il via due mesi addietro in seguito alla segnalazione di acque scure che emanavano cattivi odori, caratteristici dei residui della molitura di olive. In seguito a controlli dei militari è stato verificato che i titolari di due frantoi gestivano illecitamente i reflui derivanti dall'attività.

Sono state scoperte, inoltre, diverse irregolarità come il piano di utilizzo agronomico dei reflui, cosiddetto PUA, abbondantemente scaduto. I reflui prodotti, secondo gli accertamenti eseguiti, non erano stati usati ai fini agronomici, malgrado fossero in quantità maggiore di quanto era possibile gestire negli impianti a disposizione.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio