Tre anni fa l’omicidio di Soumaila Sacko, il migrante sindacalista ucciso per una lamiera a San Calogero

I sindacati e le associazioni ricorderanno il giovane con una commemorazione all’ex fornace La Tranquilla. A Villa San Giovanni si terrà poi un incontro sulle condizioni dei braccianti nel periodo di pandemia

23
29 maggio 2021
09:13
Soumaila Sacko
Soumaila Sacko

Nel terzo anniversario dell'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante e attivista sindacale dell’Unione sindacale di base ucciso, l'Usb lo ricorderà deponendo una corona di fiori durante una breve cerimonia che si terrà alle ore 11 sul luogo dell'omicidio, l’ex fornace La Tranquilla nel comune di San Calogero (Vibo Valentia). L'attivista maliano dell'Usb venne colpito mortalmente mentre cercava con un amico scarti per riparare la sua baracca. Per il delitto, in primo grado è stato condannato a 22 anni di carcere Antonio Pontoriero. 

Nel pomeriggio del 2 giugno, alle ore 16, la sigla sindacale e il centro socio-culturale Nuvola Rossa terranno a Villa San Giovanni un’assemblea pubblica sulla condizione dei braccianti migranti nel periodo di pandemia, che si terrà nella sede cittadina, in via 2 Novembre 81."Al centro della discussione - anticipa un comunicato -lo sfruttamento lavorativo, la precarietà abitativa, l'assenza totale di assistenza sanitaria e della possibilità di vaccinazione anti Covid.


Nel corso dell'incontro sarà lanciata la campagna di sottoscrizione per l'acquisto di mezzi mobili per il sindacato di strada, per permettere di raggiungere i lavoratori nei posti di lavoro e negli insediamenti abitativi. La campagna di sottoscrizione è promossa da csc Nuvola Rossa, Ciss, Cric, Crocevia, Progetto Diritti, Associazione Accoglienza Controvento, Rete Iside Onlus".

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top