Vendeva abusivamente 42mila fuochi d’artificio per strada, denunciato

Il 36enne di Catanzaro aveva anche messo in piedi un laboratorio di duplicazione di cd contraffatti

10
di Redazione
2 gennaio 2020
16:31
Parte del materiale sequestrato
Parte del materiale sequestrato

Vendeva su una bancarella, senza avere alcuna autorizzazione, circa 42mila artifizi pirotecnici ed in casa aveva realizzato un vero e proprio laboratorio informatico per la duplicazione abusiva di cd-rom musicali.

L'uomo, un 36enne di Catanzaro, è stato scoperto dai finanzieri del Gruppo di Catanzaro e denunciato. I militari, nel corso di controlli nel quartiere Lido, lo hanno individuato a vendere gli artifici pirotecnici ed hanno deciso di estendere il controllo su un furgone e su un’auto riconducibili all'improvvisato commerciante.

All'interno i finanzieri hanno trovato diverse batterie di fuochi d'artificio che per la loro pericolosità potevano
essere vendute esclusivamente in attività autorizzate quali le armerie
.

Altri 50 kg di fuochi della stessa specie sono stati poi trovati a casa dell'uomo dove i finanzieri hanno anche trovato un computer, 11 masterizzatori e 1.580 cd-rom già duplicati e confezionati con le relative copertine degli album, pronti per essere commercializzati.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio