Vigili del fuoco eroi senza paura in una Calabria che si scioglie nel fango

Trecentotrenta interventi in 24 ore. Persone normali che quando indossano la loro divisa sono pronti ad affrontare qualunque pericolo. È questa l’Italia che funziona

di Enrico De Girolamo
25 novembre 2019
15:50
Una squadra dei vigili del fuoco intervenuta per evacuare i passeggieri di un treno bloccato in galleria
Una squadra dei vigili del fuoco intervenuta per evacuare i passeggieri di un treno bloccato in galleria

«Il pompiere paura non ne ha». Diceva così Nino Candido, il giovane vigile del fuoco di Reggio Calabria, morto insieme ad altri suoi due colleghi nella notte tra il 4 e il 5 novembre in provincia di Alessandria, mentre cercava di domare l’incendio doloso di una cascina.

E lo stanno dimostrando anche in queste ore, i pompieri, che davvero paura non ne hanno, impegnati come sono a soccorrere, aiutare, confortare. Sotto la pioggia battente che sta mettendo in ginocchio la Calabria e non solo.
O forse sì, paura ne hanno, perché sono uomini e donne che hanno famiglie a cui tornare, figli da crescere e amori da far nascere, vite normali con le bollette della luce da pagare che attendono nello svuotatasche dell’ingresso di casa. Ma è una paura che non gli impedisce di trasformare quella divisa, spessa e ruvida come un telo di iuta, in un mantello da supereroe, capace di fargli affrontare fuoco assassino e acqua soverchiante, puntando a un unico obiettivo: fare il proprio dovere.

 

Nelle ultime 24 ore sono stati 330 i soccorsi effettuati in Calabria a causa del maltempo, con le maggiori criticità nelle province di Reggio Calabria e Catanzaro. Ma tutto il Paese è sott'acqua, basti pensare che nelle ultime 48 ore sono stati 2.318 gli interventi di soccorso effettuati in Piemonte, Liguria e Campania, le regioni più colpite.

Numeri importanti che però non restituiscono appieno la fatica e l’impegno, l’afflizione psicologica per quello che sono costretti a vedere e la gioia per quello che riescono a fare. I vigili del fuoco italiani sono una certezza che si palesa solo nei momenti più drammatici, ma ogni volta sono capaci di inorgoglirci e renderci grati, facendo apparire più stridente la distanza tra l’Italia che vorremmo, efficiente e attenta ai suoi cittadini, e quella che continua a violentare il territorio, senza mettere freni a quello stesso dissesto idrogeologico che poi costringe i pompieri a non aver paura. Mai.    

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio