Cosenza, viaggio tra le stelle nel salone del Planetario

VIDEO | Quasi ultimate le operazioni di montaggio del proiettore ottico e della strumentazione complementare. L'opera dovrebbe essere inaugurata nel mese di aprile

179
di Salvatore Bruno
15 febbraio 2019
12:02

Gli specialisti della Zeiss sono all’opera nel buio della grande cupola, impegnati nelle delicate procedure di taratura della strumentazione. L’azienda tedesca è il top a livello mondiale per quanto concerne l’installazione di questa complessa e avveniristica tecnologia, in grado di riprodurre la volta celeste con oltre quattromila stelle, pianeti, asteroidi, comete e ogni altro elemento del firmamento.

Taglio del nastro prima di Pasqua

Il planetario di Cosenza è quasi completato. L’amministrazione di Palazzo dei Bruzi ne ha programmato l’inaugurazione a ridosso delle festività pasquali, alla vigilia del lungo ponte del 25 aprile, durante il quale la nuova infrastruttura potrebbe anche attrarre un consistente flusso di visitatori. Per la prima volta e solo per pochi minuti, è consentito l’accesso alla nostra telecamera nel salone principale, attrezzato di 113 poltrone, nel quale si sta procedendo al montaggio dello star master, il proiettore ottico che, affiancato ed integrato da altri sei proiettori digitali, consentirà di vivere una esperienza immersiva, anche grazie alle dimensioni della cupola. Sarà come essere proiettati nello spazio.

Le infrastrutture accessorie

La struttura ospiterà anche il Parco dello Scienze con modelli sospesi ed un allestimento che riproduce il sistema solare. Si interverrà inoltre sugli spazi esterni, con la realizzazione di una piazza integrata con le opere accessorie e di collegamento al Ponte San Francesco e a quelle che interesseranno gli argini del fiume Crati. Per la prima fase di gestine si pensa alla sottoscrizione di un protocollo con l'Università della Calabria.

Opera avviata da Mancini e Piperno

L’investimento complessivo ammonta a circa sette milioni e mezzo di euro. L’iter delle procedure per la costruzione del planetario era stato avviato all’alba del terzo millennio dall’allora sindaco Giacomo Mancini, supportato in questo progetto da Franco Piperno, componente di quella giunta municipale e docente di fisica all’Unical. In questa breve ma significativa visita all’interno della struttura Salvatore Bruno ha intervistato l’assessore alla riqualificazione urbana di Palazzo dei Bruzi Francesco Caruso e l’architetto Egidio Arnieri, direttore dei lavori.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio