Nascono in Calabria due nuove riviste scientifiche legate alla musica e al paesaggio

La casa editrice Sileno diretta dal ricercatore e docente Francesco De Pascale ha raccolto nei due nuovi prodotti contributi dal mondo accademico internazionale

56
di Redazione
31 ottobre 2020
17:52
L’editore Francesco De Pascale
L’editore Francesco De Pascale

Prendono vita e si affermano in un periodo difficile, ma evidentemente non per questo povero di fermenti culturali, le due nuove riviste scientifico-divulgative “Dat” (ilsileno.it/dat) e “Stratigrafie del Paesaggio” (ilsileno.it/stratigrafiedelpaesaggio), proposte dalla casa editrice scientifica “Il Sileno Edizioni”, nata in Calabria e diretta dal ricercatore e docente Francesco De Pascale.

 


Le riviste raccolgono contributi dal mondo accademico internazionale su due tematiche ancora relativamente poco battute, la musica e la sua divulgazione audiotestuale, e lo studio del paesaggio, nei cambiamenti naturali e antropici che ne determinano l’aspetto e la pluristratificazione, dall’antichità ad oggi. “Stratigrafie del paesaggio”, di cui è direttore scientifico l’archeologo lametino Davide Mastroianni (Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e vicepresidente Sigea Calabria), è gestita da un comitato scientifico internazionale che conta membri afferenti dagli atenei di Spagna, Germania, Belgio, Olanda, Grecia, in stretta collaborazione con nomi italiani legati alle principali università della penisola.

 


«Dalla lettura e dall’osservazione del paesaggio – afferma in una nota il direttore della rivista Mastroianni – scaturisce la ricerca di elementi di persistenza, sopravvivenza e trasformazione della geografia di un territorio, all’interno del quale, oggi, si inseriscono elementi tangibili e intangibili che determinano la storia di quel paesaggio e dei suoi innumerevoli volti».


La rivista Dat, già attiva dal 2017 con i primi numeri per un editore diverso, sembra oggi aver trovato nuova linfa attraverso “Il Sileno”, e presenta nel 2020 un indice di articoli proposti da studiosi di tutta Europa, avvalendosi di un comitato scientifico composto da esperti provenienti dal mondo della musica e dell’arte italiana con la maiuscola, dal Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma all’Accademia di Belle Arti di Napoli, sede di docenza anche del direttore responsabile, Antonio Mastrogiacomo (Didattica della Multimedialità), che ne è fondatore insieme all’architetto Ambra Benvenuto.

 

Dat (Divulgazione AudioTestuale), giocando sull’omofonia del più celebre supporto Dat, fa riferimento da una parte alla divulgazione della musica d’arte, dall’altro alla sua trasmissione nell’esperienza didattica. La rivista, che pubblica in lingua Italiana, francese e Inglese, vuole stimolare una riflessione sui rapporti tra produzione e didattica musicale, intesi nell’ampio spettro delle discipline delle arti e dello spettacolo.


La casa editrice scientifica “Il Sileno Edizioni”, che si occupa anche della pubblicazione di monografie e volumi collettanei, nel 2020 festeggia anche il raggiungimento di altri due traguardi significativi: il riconoscimento da parte dell’Accademia della Crusca dell’elevata qualità scientifica del volume di Alfonso Di Prospero “Linguaggio e ordine del mondo. Ricerche sul significato dell’induzione” acquisendone copia nella propria Biblioteca, e l’indicizzazione nel database scientifico internazionale di Web of Science – Book Citation Index di diversi volumi pubblicati nella collana “Geographies of the Anthropocene”.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio