Paola, la cella di San Francesco non aprirà ai fedeli: sospese anche le messe

Il Santuario rimane aperto ma con diverse limitazioni. Le celebrazioni, in forma privata, saranno trasmesse in diretta sui social o sul sito

256
di Redazione
10 marzo 2020
10:18
Santuario di San Francesco di Paola
Santuario di San Francesco di Paola

I padri minimi del Santuario di San Francesco di Paola (Cosenza) hanno reso note le nuove disposizioni a causa dell'emergenza Coronavirus. Tra i provvedimenti più importanti, l’annullamento dell’apertura della cella del Santo.

Il santuario rimane aperto


In ottemperanza ai recenti decreti della Conferenza episcopale italiana, e seguendo le indicazioni dell’arcivescovo di Cosenza, monsignor Francesco Nolè, i frati informano che fino al 3 aprile il Santuario resterà regolarmente aperto ogni giorno dalle ore 7 alle ore 18 per visite di preghiera personali. Si dovrà evitare di mantenere un’adeguata distanza di sicurezza. Sarà possibile celebrare regolarmente il Sacramento della Riconciliazione presso la Sala delle Confessioni, nel Chiostro, rispettando i soliti orari e inoltre, per qualsiasi informazione, le porte sul viale del Santuario rimangono regolarmente aperte, dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 18; con centralino sempre attivo.

Sospese le messe

Fino al 3 aprile, vengono sospese tutte le messe feriali e domenicali, come anche l’Adorazione Eucaristica, il Rosario, la Via Crucis, i 13 Venerdì e tutto quanto contemplato nella Quaresima 2020.

La cella di San Francesco non aprirà ai visitatori


Vengono anche annullate l’apertura della Cella di S. Francesco, le celebrazioni del 27 marzo (nascita di s. Francesco) e quelle del 2 aprile (annuale festa liturgica). Per la celebrazione dei funerali, i residenti a Paola facciano riferimento alle disposizioni emanate dalle parrocchie di appartenenza.

Messe in diretta facebook


«In unione con la Chiesa calabrese – scrivono i frati - vi invitiamo a non perdere la speranza e a non spegnere la fiaccola delle fede. Vi invitiamo caldamente a pregare incessantemente, ricordando le parole del nostro Santo: "la preghiera è un fedele messaggero che giunge là dove la carne non può arrivare"». Unitamente alle monache di clausura, i padri minimi «vi sono vicini e pregano per voi e con voi. Pertanto, utilizzando i mezzi di comunicazione, ogni giorno, a partire dalle ore 16, saremo in diretta sulla pagina Facebook del Santuario e sul sito internet, per trasmettere privatamente il S. Rosario, i Vespri e la celebrazione eucaristica. Ogni Domenica, inoltre, sempre in maniera privata, sarà celebrata la messa in diretta alle ore 11.30».

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio