Weekend blindati e spostamenti limitati anche in zona gialla: le ipotesi al vaglio del Governo

All'interno della maggioranza ci sono posizioni diverse tra 'aperturisti' e 'rigoristi'. Al momento viene escluso un lockdown generale come quello dello scorso anno 

69
10 marzo 2021
10:34

Nel nuovo Dpcm, zona rossa nei weekend con bar e ristoranti chiusi anche in zona gialla - che sarà 'rafforzata' con nuovi divieti, regole, misure e restrizioni - ma nessun lockdown nazionale per fermare l'emergenza coronavirus in Italia. Queste, secondo le ipotesi in circolo sulla stampa in queste ore, le norme che saranno in discussione oggi sul tavolo del governo. Dopo le indicazione del Comitato tecnico scientifico, si attende quindi che l'esecutivo Draghi metta a punto gli ultimi dettagli su modello delle misure già in vigore per Natale, con chiusure mirate di sabato e domenica.

Le ipotesi

Secondo il Corriere della Sera, l'idea sarebbe quella di procedere immediatamente alla correzione del Dpcm già in vigore per far scattare i nuovi divieti già dal fine settimana, quello del 13 e 14 marzo. Resta però da sciogliere il nodo spostamenti, cioè se impedire nuovamente o meno alle persone di circolare come avviene in fascia rossa o se lasciare maggiore libertà come successo nelle festività natalizie, come in zona arancione. Tra le ipotesi citate dal Corsera, il rischio è quello di un rigido lockdown nelle zone rosse dove tutto sarà chiuso, negozi compresi, e gli spostamenti vietati, ma anche una chiusura di bar e ristoranti anche in zona gialla nel fine settimana, con il solo asporto o consegna a domicilio concessi.


Lo scontro nel Governo

Sarà la cabina di regia del Governo ora a riunirsi per valutare le misure da mettere in campo e portare all'attenzione delle Regioni per una condivisione. All'interno della maggioranza ci sono posizioni articolate tra "aperturisti" e "rigoristi" ed il premier Mario Draghi ieri ha invitato a «non perdere un attimo, non lasciare nulla di intentato, compiere scelte meditate, ma rapide. Questo non è il momento di dividerci». Al momento sembrano da escludere lockdown totali come quello dello scorso anno, mentre è plausibile l'accoglimento delle indicazioni del Comitato su un irrigidimento dei divieti rispetto a quelli contenuti nel Dpcm in vigore fino al 6 aprile il giorno dopo Pasquetta.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top