Protesta dei lenzuoli a Catanzaro, Celia: «La città non ne può più di Abramo»

Duro affondo del consigliere di Fare che commenta la protesta dei cittadini contro il depuratore: «La vera opposizione a questo sindaco spento la stanno facendo loro»

15 giugno 2019
12:29

«Non era mai avvenuto nella storia di Catanzaro che i cittadini protestassero così platealmente contro sindaco e amministrazione comunale. Prima un centinaio di commercianti del centro storico, ora decine e decine di persone che a Lido hanno esposto lenzuola per contestare una situazione non più sostenibile, la puzza emanata dal depuratore che secondo Abramo funziona benissimo». È quanto sostenuto in una nota dal consigliere comunale Fabio Celia.

«È la riprova che la città non ne può più di Abramo, del suo sistema di potere, del suo malgoverno, delle sue continue bugie.

I cittadini di Lido, con la loro garbata ma ferma protesta, hanno detto una grande verità. Il depuratore doveva essere spostato in un altro sito, costruito ex novo a diversi chilometri di distanza dell’abitato e dalle spiagge. La grande strategia elaborata dagli esperti -non esperti di Abramo, prevede solo – finanziamenti permettendo – una ristrutturazione di quello esistente.

Faremo, faremo, faremo. I cittadini di Lido dovranno sorbirsi un’altra estata “profumata” grazie alla superficialità e all’inadeguatezza di un’Amministrazione che è stata brava a perdere l’occasione di costruire un depuratore tutto nuovo.

La vera opposizione a questa Giunta incapace e a questo sindaco ormai spento - conclude il consigliere di Fare - la stanno facendo direttamente i cittadini».

 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio