Sanità Calabria, Sapia annuncia un libro nero sui dirigenti ministeriali: anche Adduce nel mirino

Il parlamentare del M5s prepara un dossier e chiama in causa la responsabile del Tavolo che vigila sul Piano di rientro: «È rimasta immobile». Bordate contro i commissari: «Il Governo li sostituisca o mi dissocio dalla maggioranza»

149
di Redazione
11 settembre 2020
17:32
Francesco Sapia
Francesco Sapia

«Che cosa adduce, Angela Adduce, sulle verifiche ministeriali circa lo stato di salute della sanità calabrese?». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Francesco Sapia, della commissione Sanità.

 


«Sto ultimando un libro nero sul comportamento dei dirigenti ministeriali, tra cui la Adduce – prosegue – chiamati a vigilare sull'andamento del piano di rientro. Devo ancora decidere quando pubblicarlo e come distribuirlo gratis, in modo che i calabresi sappiano che cosa succede nei palazzi del potere, riguardo alla sanità della Calabria. Mi chiedo dove fosse la signora Adduce, che oggi fa la Angela Merkel sui conti sanitari della mia regione, quando i commissari Scura e Urbani elargivano posti letto e correlati surplus di finanziamento ad alcuni privati; quando loro prima e poi i successori Cotticelli e Crocco omettevano di adottare il protocollo con l'Università di Catanzaro, fermo da 8 anni, consentendo al policlinico dello stesso ateneo di ricevere una montagna di soldi oltre quanto consentito dalle norme vigenti, ciononostante con un disavanzo crescente sino ai cento e passa milioni di oggi».

«È rimasta immobile»

«Mi chiedo perché l'austera dirigente ministeriale sia rimasta immobile davanti all'indifferenza di Scura, Urbani, Cotticelli e Crocco rispetto alle sentenze definitive di riattivazione degli ospedali di Praia a Mare e di Trebisacce. Mi chiedo dove stesse, “l'Angela necessaria”, quando il commissario Scura assisteva in silenzio a svariate assunzioni non autorizzate dal Tavolo guidato da lei stessa, per poi accorgersi di codeste pesanti irregolarità, che tra l'altro hanno causato sforamenti di bilancio. Mi domando a che cosa pensasse la signora Adduce, quando, ad esempio, all'ospedale di Reggio Calabria, in cui si conferma una grave carenza di personale per l'emergenza-urgenza, il commissario Scura faceva assumere logopedisti invece che medici e infermieri. Dove stava la Adduce, quando con pacchi di quattrini pubblici venivano premiati più direttori generali protagonisti di sforamenti di bilancio e quando, ancora prima, l'advisor Kpmg, profumatamente pagato con i soldi dei calabresi, quantificava un disavanzo più basso di quello reale?»

Il rafforzamento dell'organico

«Ancora – insiste Sapia –, Adduce ricorda che i Tavoli di verifica del 21 novembre 2019 e del 25 maggio scorso, da lei stessa coordinati, chiesero con insistenza il rafforzamento della dotazione organica del Centro regionale trapianti, ubicato nell'ospedale reggino? Adduce sa che in virtù di un recente decreto, firmato dalla sua amica sub-commissaria Crocco, è del tutto impossibile soddisfare quella richiesta? Adduce conoscerà il principio logico del terzo escluso. Pertanto, Cotticelli e Crocco vanno sostituiti subito, sia per manifesta incapacità, sia perché succubi dei poteri forti, che evidentemente vogliono che la Calabria mantenga un'emigrazione sanitaria da 300 milioni all'anno. Se i due commissari non fossero sostituiti, verrebbe certificata la responsabilità politica del governo, tenuto a impedire il dominio dei rapporti amicali sulla tutela della salute della collettività».

 

«Se l'esecutivo Conte dovesse lavarsene le mani – conclude Sapia – da parlamentare della maggioranza mi dissocerei con forza, avendo sempre denunciato, in ogni sede, quanto qui riassunto».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio