Estorsione e danneggiamenti, in manette due esponenti del clan Muto

Avrebbero incendiato l'auto del titolare di una pizzeria per costringerlo a pagare

di Salvatore Bruno
30 settembre 2017
14:32

Due persone, Oreste Piazza di 50 anni e Luigi Pignataro di 34, entrambi di Cetraro e noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Paola e della squadra mobile della questura di Cosenza in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Catanzaro su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.


Le indagini

Secondo le indagini svolte sotto il coordinamento del sostituto procuratore Camillo Falvo, Piazza e Pignataro, in concorso con una terza persona, Mauro Occhiuzzi, nel frattempo deceduta, avvalendosi di modalità di tipo mafioso, avrebbero nell’aprile 2016, provocato l’incendio dell’autovettura di proprietà del titolare di una pizzeria di Cetraro. Successivamente lo avrebbero minacciato per estorcere al ristoratore una somma di denaro da destinare al clan Muto e al sostentamento di alcuni latitanti. I due sono stati condotti nel carcere di Cosenza.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top