Fase 2, M5s: «Denunceremo chiunque causi nuovi contagi, Santelli ritiri l’ordinanza»

I  parlamentari M5s Francesco Sapia, Paolo Parentela, Giuseppe d’Ippolito e Bianca Laura Granato dopo le aperture concesse dalla governatrice: «Sulla pelle delle persone non ammettiamo leggerezze né misteri. È la presidente dei calabresi o risponde solo a Meloni e Salvini?»

di Redazione
2 maggio 2020
09:28
I parlamentari 5 stelle: Granato, Parentela, D’Ippolito e Sapia
I parlamentari 5 stelle: Granato, Parentela, D’Ippolito e Sapia

«Jole Santelli ritiri subito l’ordinanza con cui ha sbrigativamente autorizzato l’esercizio di varie attività, senza considerare i conseguenti rischi indicati dall’Istituto Superiore di Sanità e dalla comunità scientifica, secondo cui le riaperture devono essere graduali». Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5s Francesco Sapia, Paolo Parentela, Giuseppe d’Ippolito e Bianca Laura Granato, che sottolineano: «La presidentessa della Calabria sappia che in trincea ci sono persone serie, che agiscono con competenza, coscienza e prudenza, che non hanno interessi propri né rispondono a logiche, a ordini di partito. Ci riferiamo alle istituzioni di tutela della salute, agli scienziati, ai sanitari impegnati nella cura dei pazienti. Non ascoltarli sarebbe un errore imperdonabile, un errore ripetuto, se pensiamo alla vicenda di Villa Torano, che indigna la coscienza individuale e solleva pesanti interrogativi sull’affidabilità di chi è pagato con soldi pubblici per garantire la salute e la sicurezza dei calabresi».

LEGGI ANCHE: La politica dietro l'ordinanza della discordia? Santelli deve spiegare ai calabresi i motivi

«Sulla pelle delle persone – proseguono i parlamentari del Movimento 5 Stelle – non ammettiamo leggerezze né misteri. Santelli, finora silente, chiarisca perché a qualcuno sono arrivati direttamente i tamponi e ad altri sono stati distribuiti con il contagocce oppure negati. Chi decide veramente e sulla base di che cosa? Siamo in uno Stato di diritto, oppure nel 2020 la Regione Calabria fa ancora eccezione e può sottrarsi alle regole, alla trasparenza e alla verità?». «Se per causa delle disposizioni della presidentessa – avvertono i parlamentari M5s – si verificassero contagi e problemi sanitari, all’istante denunceremo alla magistratura chiunque, pur edotto dei pericoli, in questa fase dovesse fare orecchio da marcante. Ad ogni livello sosterremo personalmente tutti i calabresi danneggiati».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Santelli dà il via alla “Fase 2”. Riaprono bar, ristoranti e pizzerie (all’aperto)

 «Santelli, cui confermiamo – concludono gli stessi i parlamentari – la nostra disponibilità a lavorare insieme, sia per le necessità sanitarie che per quelle economiche, scelga da che parte stare. È la presidentessa di tutti, oppure risponde soltanto a Salvini e Meloni, i quali speculano a oltranza e disinformano gli italiani, a quanto pare con truppe prezzolate che usano i social in modo disinvolto?».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio