Emergenza pandemia

Covid, in Calabria terapie intensive vicine alla soglia critica: Catanzaro verso l’aumento dei posti letto

Al policlinico universitario le degenze sono piene già da una settimana. Meno allarme nelle degenze di area medica con una più ampia disponibilità (ASCOLTA L'AUDIO)

421
di Luana  Costa
29 novembre 2021
17:43

Si monitora costantemente l'evoluzione dei ricoveri e ci si prepara, nella peggiore delle ipotesi, ad incrementare in corsa il numero dei posti letto. A preoccupare per ora nell'area centrale della Calabria non sono le degenze ordinarie bensì le terapie intensive che nelle ultime settimane hanno ripreso a riempirsi dopo mesi di parziale inattività.

Covid, i ricoveri a Catanzaro

Nei due ospedali catanzaresi - il Mater Domini e il Pugliese-Ciaccio - il monitoraggio è continuo e già si ragiona sulla possibile implementazione dei posti di terapia intensiva. Sinora infatti - in virtù di un protocollo d'intesa - è stato il policlinico universitario a farsi carico dei casi più gravi: 6 degenze destinate ai pazienti con difficoltà respiratorie e che necessitano di essere intubati. Già dalla scorsa settimana però il reparto è iniziato ad andare in sofferenza e si è quindi reso necessario l'uso della Rianimazione covid dell'ospedale Pugliese che ha in dotazione 6 posti letto


Le terapie intensive

Il policlinico universitario attualmente ha raggiunto un livello di saturazione quasi completa: su 6 posti disponibili 5 sono occupati, l'ultima degenza è riservata ai casi più gravi che necessitano del trattamento Ecmo. La Rianimazione dell'ospedale Pugliese è piena a metà per ora: 3 posti letto occupati su 6 ma già si valuta l'estensione fino ad una disponibilità di 11. In tutta la Calabria la saturazione delle terapie intensive è al limite della soglia di allarme: 9,20% contro un margine del 10%.

L'area medica

Di converso, meno preoccupazione desta l'occupazione delle degenze ordinarie, almeno nei due ospedali catanzaresi. Al policlinico universitario risultano occupati 3 posti su 20, ma con la possibilità - ancora solo eventuale - di estendere ulteriormente la disponibilità ad altri 10 finora riservati alla cura delle patologie infettive no covid, marginalizzate dalla diffusione della pandemia. All'ospedale Pugliese Ciaccio, invece, i reparti di Malattie Infettive sono pieni a metà: su 29 posti disponibili 12 risultano occupati. In tutta la Calabria, invece, anche in questo caso la capienza è quasi al limite: 12,10% contro un margine del 15%.

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top