Sanita’ e carenze

Neuropsichiatria infantile, Sapia: «In Calabria mancano reparti e servizi, si ascolti il grido di dolore delle mamme»

Il deputato de "L'Alternativa C'è" presenta un'interrogazione al Governo e invita il neogovernatore e commissario alla sanità Occhiuto a intervenire: «Inconcepibile che i bimbi che hanno bisogno di tali cure siano ignorati e abbandonati»

29
di Redazione
9 novembre 2021
20:27

«In Calabria urgono reparti e servizi di Neuropsichiatria infantile, come conferma il grido di dolore delle mamme di Corigliano Rossano, costrette a far curare i propri figli fuori regione e che da mesi attendono, senza riscontro, l'arrivo di uno specialista del territorio». Lo afferma, in una nota, il deputato de "L'Alternativa C'è" Francesco Sapia, componente della commissione Sanità.

Sapia, sulla questione, ha presentato un'interrogazione al Presidente del Consiglio ed ai ministri della Salute e dell'Economia, chiedendo loro «se non intendano assumere iniziative urgenti, per il tramite del commissario Roberto Occhiuto e/o di carattere normativo, al fine di colmare le pesanti, continue carenze relative all'assistenza neuropsichiatrica in Calabria, che va garantita ai minori residenti nel territorio della Sibaritide e, più in generale, nell'intera regione».


«È inconcepibile e inammissibile - denuncia Sapia - che nel 2021 siano così ignorati e abbandonati i bambini che necessitano di cure neuropsichiatriche, come se non ci fosse la Convenzione di New York, come se non godessero di tutele più ampie rispetto agli adulti, come se non avessero pieno diritto allo sviluppo della loro personalità, come se la Calabria fosse un luogo perduto per sempre, una terra di nessuno. Mi auguro - conclude il deputato - che il commissario Occhiuto si attivi subito perché le madri e i loro piccoli sono le persone più importanti per il futuro collettivo».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top