Arpacal ultima per monitoraggi

Lo ha detto il direttore nazionale di Legambiente Stefano Ciafani intervistato da LaC sulla nuova legge che regola le agenzie ambientali

di Tiziana Bagnato
17 giugno 2016
20:09

Le Arpa del Sud sono decisamente indietro in termini quantitativi e qualitativi di monitoraggi rispetto a quelle del Nord ma tra quelle del Meridione è sicuramente l'Arpacal quella che ha avuto più difficoltà e questo a grave svantaggio dei cittadini.

 


A dirlo è Stefano Ciafani, direttore nazionale di Legambiente, intervenuto al Trame Festival per parlare di ecomafie, dedicando poi un passaggio del suo intervento all'appena approvata legge sulle agenzie ambientale.

 

"Grazie a questa norma – ha spiegato Ciafani - si avranno controlli ambientali più omogenei, trasparenti ed efficaci su tutto il territorio nazionale e si potrà contrastare in maniera efficace l'inquinamento rafforzando allo stesso tempo l'applicazione della legge sugli ecoreati. Ora - ha concluso - punteremo all'approvazione di altre riforme come, ad esempio, la legge sul consumo di suolo, quella sulle agromafie e i delitti contro gli animali, la norma per semplificare l'abbattimento degli ecomostri". Tiziana Bagnato

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio