Castiglione Cosentino, una casa dell'acqua per eliminare la plastica

INTERVISTA | Incentivi dell'amministrazione a chi utilizza contenitori di vetro. Intanto sindaco, assessore e presidente del consiglio rinunciano all'indennità per abbellire il centro

430
di Salvatore Bruno
28 gennaio 2020
14:50

Ogni bambino delle scuole comunali ha avuto in regalo dall'amministrazione, la sua borraccia in acciaio. Un gesto semplice, poco dispendioso, grazie al quale viene risparmiato il consumo di circa 25 mila bottiglie di plastica l'anno. Adesso a Castiglione Cosentino arriva un nuovo incentivo per limitare l'uso di pet e pvc.

Incentivi per la tutela dell'ambiente

Nel parco giochi dedicato a Michele Salerno, originario di questi luoghi e papà del più famoso Eric, noto saggista e profondo conoscitore delle dinamiche del Medio Oriente, è stata installata una casetta dell'acqua, per l'erogazione a prezzi modici delle varietà liscia, frizzante ed alcalina. Sarà incentivato l'uso dei contenitori di vetro, come sottolinea il sindaco Salvatore Magarò nell'intervista che abbiamo realizzato.

Il rilancio del piccolo borgo

Tornato alla guida del municipio nella primavera del 2019, Magarò, insieme alla maggioranza che lo sostiene, ha impresso una decisa accelerazione all'opera di recupero del piccolo centro situato a mezza strada tra la Valle del Crati e la Sila. Tra le altre iniziative adottate, c'è quella di decorare le saracinesche metalliche delle botteghe del centro, operata in collaborazione con gli studenti del liceo artistico di Cosenza e finanziata attraverso la rinucia dello stesso sindaco, dell'assessore Franco Greco e del presidente del consiglio comunale Michele Gaetano Preite, delle rispettive indennità.

 

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio