Fanghi non trattati nei terreni, sequestrato impianto di depurazione nel Cosentino

Guai per la ditta che gestisce l'impianto e per il sindaco di Mongrassano. Sono state inoltre elevate sanzioni per la mancata autorizzazione allo scarico

18
di Redazione
16 marzo 2021
15:53

I Carabinieri Forestali delle Stazioni di Acri e Cerzeto hanno accertato nei giorni scorsi il non corretto funzionamento di un impianto di depurazione di acque reflue urbane appartenente al Comune di Mongrassano.

L’impianto ricade nel centro urbano dello stesso comune ed è gestito da una ditta affidataria che si occupa degli impianti di depurazione. A seguito di tale verifica si è contestato, in concorso, al sindaco pro-tempore di Mongrassano e all'amministratore della ditta che ha in gestione i depuratori comunali, il reato di attività di gestione non autorizzata di rifiuti speciali e scarico al suolo senza autorizzazione.


In particolare, nell’impianto ubicato nel centro urbano di Mongrassano località “La Benedetta”, è stato accertato lo sversamento di fanghi non trattati e smaltiti direttamente sul suolo agricolo. Pertanto si è proceduto a porre sotto penale l'impianto e l'intera area su cui insiste, nonché la condotta sino allo scarico sul suolo. È stata inoltre elevata anche sanzione amministrativa per la mancata autorizzazione allo scarico.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top