Catanzaro, parte la demolizione dell’ex cementificio: diventerà un centro per anziani

VIDEO | La struttura, chiusa a metà degli anni ’70, divenne una discarica abusiva e la presenza di eternit preoccupava i cittadini. Avviata la rimozione dell’amianto 

246
di Daniela  Amatruda
7 agosto 2020
15:53

L’ex cementificio di rione De Fillippis a Catanzaro sarà finalmente demolito. L’abbattimento della struttura era attesa da tempo dai cittadini, in particolar modo dai residenti delle zone limitrofe per l’elevato rischio per la salute a causa della presenza di eternit. 

L'ex cementificio

Il cementificio è stato chiuso a metà degli anni 70. Da allora, tra passaggi di proprietà e proposte di demolizione, sono trascorsi circa 45 anni. Anche i cittadini si erano mobilitati. La struttura, dell’estensione di 50mila metri cubi, era diventata una discarica a cielo aperto e rifugio per senzatetto. Ora arriva finalmente l’annuncio ufficiale. A farlo è il sindaco Sergio Abramo che ha convocato la stampa questa mattina prima di dare il via ai lavori.

 

«Approvando in Consiglio comunale – ha spiegato il sindaco Sergio Abramo - l’idea progettuale di una ditta privata di realizzare una cittadella per il sociale, nel pieno rispetto del piano regolatore, ho voluto, fortemente e con la massima priorità, che fosse inserita come condizione fondamentale la rimozione dell’amianto e l’abbattimento di questo ecomostro che risponderà, una volta per tutte, alle richieste dei residenti del rione e di tutta la città».

I lavori sono stati affidati dalla società titolare dell’investimento alla ditta “Talarico-Edilservice srl”. La prima fase, che dovrebbe concludersi poco dopo Ferragosto, prevede la rimozione dell’amianto e la contestuale bonifica dei luoghi. Subito dopo, l’abbattimento della struttura aprirà la seconda fase, che potrebbe essere completata entro il mese di settembre. 

Riqualificazione urbana 

«La demolizione di questo cementificio – ha detto ancora il sindaco - fa parte di un lungo percorso che ci ha portato, negli anni scorsi, ad abbattere i capannoni della vecchia area industriale del Gaslini, nel quartiere Lido, dove è stato creato un magnifico parco a misura di famiglie, e all’abbattimento e messa in sicurezza della zona del cementificio di Sala. Sono tutte opere che segnalano l’attenzione verso l’ambiente e la riqualificazione urbana della mia amministrazione».  

La nuova “vita” dell’area

L’ex cementificio lascerà il posto ad un nuovo cantiere che la ditta “Parco Sansinato Srl”, si è impegnata ad avviare per realizzare una struttura di assistenza per anziani. 

Il progetto è stato approvato dal Consiglio comunale il 26 febbraio scorso, all’unanimità dei presenti, e prevede, a carico della Parco Sansinato srl, la costruzione di un presidio sanitario specializzato nella ricerca, cura e ricovero per malattia di natura geriatrica col supporto di bar, farmacia, alloggi per anziani, luoghi urbani per lo svago e il tempo libero e una struttura di accoglienza per i congiunti dei degenti».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio