San Nicola Arcella, ombrelloni e sdraio nell’alveo del torrente: la denuncia di Italia Nostra

La sezione locale dell’associazione di salvaguardia dei beni culturali, artistici e naturali punta il dito contro l’Ufficio tecnico del Comune

17
di Redazione
13 agosto 2020
18:01

Ombrelloni e sdraio nell’alveo del Torrente Saracena, a San Nicola Arcella, in provincia di Cosenza.
È quanto denuncia la sezione Alto Tirreno Cosentino di Italia Nostra, che punta il dito contro il responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, che avrebbe autorizzato ad una ditta privata l’occupazione del suolo demaniale coincidente con l’Alveo del Torrente Saracena
«La richiesta di occupazione temporanea del suolo demaniale – si legge in una nota - è stata presentata in data 10.08.2020 alla Ditta Asd Freewaterh20 con sede in Roma, per lo svolgimento senza scopo di lucro delle attività associative. A tempo di record il responsabile dell’Ufficio Tecnico ha rilasciato, il giorno seguente, in data 11.08.2020 Autorizzazione demaniale marittima n. 23/2020 per l’occupazione del suolo demaniale anche per la posa di sdraio ed ombrelloni e tra le condizioni riportate nell’autorizzazione si parla di stabilimento balneare».

 

«Siamo veramente esterrefatti – scrivono i rappresentanti di Italia Nostra -. Infatti non più tardi di qualche mese fa con nota del 25.11.2019 n. 9537 indirizzata anche alla Guardia Costiera di Maratea il responsabile dell’Ufficio tecnico scrivendo al Demanio Idrico della Regione Calabria che aveva rilasciata nel 2019 a privati identica concessione demaniale per la posa di ombrelloni sdraio e lettini nella stessa identica area così si esprimeva: “La concessione demaniale temporanea rilasciata dell’Ufficio Regionale – Dipartimento Infrastrutture - risulta in palese contrasto con lo strumento urbanistico vigente come è a conoscenza della stessa Regione Calabria (vedi nota Dipartimento Urbanistica citata in premessa)”. La nota che cita il responsabile dell’Ufficio tecnico è la n. 269960 del 22.07.2019 del Dipartimento Urbanistica, Settore Demanio della Regione Calabria , anch’essa trasmessa alla Guardia Costiera di Maratea, dove espressamente si legge: “L’area demaniale marittima prospiciente la foce del Torrente Saracena, secondo le previsioni dettate dal vigente piano Comunale di Spiaggia, risulta sottratta alla possibilità di rilascio di concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative, perché risulta rappresentato il bacino fluviale del medesimo corso d’acqua”».
Insomma, secondo quanto evidenziato da Italia Nostra, in quell’alveo non ci possono stare ombrelloni e sedie sdraio, come lo stesso Comune avrebbe stabilito con il suo Piano spiagge.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio