È morto Jako, il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

L'animale era ricoverato in una clinica veterinaria di Bari. Indagini per risalire all’autore del barbaro gesto

166
di G. D.A.
13 novembre 2018
15:49
Jako e le ferite riportate
Jako e le ferite riportate

È morto a causa delle ferite riportate Jako, il siberian husky legato e dato alle fiamme perché abbaiava troppo. La vicenda, avvenuta a inizio novembre a San Pietro Vernotico, nel Brindisino, aveva fatto il giro del web suscitando un’ondata di indignazioni. L’animale, che viveva con l’anziana padrona, aveva riportato  diverse ferite all’addome ma non sembrava in pericolo di vita. Era ricoverato in una clinica veterinaria di Bari dove era stato trasferito per un intervento chirurgico. Il cuore di Jako nonostante la tempestività dei soccorsi e le cure prestate ha smesso di battere.

 


I proprietari, a seguito della vicenda, avevano sporto denuncia. A facilitare le indagini sia la presenza di telecamere nella zona che biglietti di minacce contro il cane lasciati nei giorni scorsi da qualcuno infastidito dai rumori. Il Comune di San Pietro e la Lega nazionale per la difesa del cane hanno già riferito di volersi costituire parte civile nel futuro processo. g.d'a. 

LEGGI ANCHE: Abbaia troppo, cane legato e dato alle fiamme: salvato

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top