Cosenza, l'impegno della Polizia di Stato contro la violenza di genere

VIDEO | Dibattito al Rendano con il vice capo della Polizia di Stato e gli studenti del Bernardino Telesio nell'ambito della campagna Questo non è amore

2
di Salvatore Bruno
22 novembre 2018
15:30

È intervenuto anche il prefetto Nicolò Marcello D’Angelo, vicecapo della Polizia di Stato, alla presentazione della campagna nazionale di prevenzione dei reati contro le donne e di sensibilizzazione alla violenza di genere, denominata Questo non è amore. In Italia resta alto il numero delle vittime di femminicidio, un problema che riguarda indistintamente ogni area del Paese, senza distinzione di contesto sociale o economico.

Dibattito con studenti e autorità

Il dibattito organizzato al teatro Rendano con gli studenti del liceo classico Bernardino Telesio, presentato da Sara Verta e dal dirigente scolastico Antonio Iaconianni, si è svolto alla presenza delle maggiori autorità istituzionali del territorio. Hanno partecipato tra gli altri, il prefetto di Cosenza Paola Galeone, il presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Nicola Morra, il procuratore della Repubblica Mario Spagnuolo insieme all’aggiunto Marisa Manzini. È intervenuta inoltre Paola Vuolo, cronista del Messaggero.

Un camper per le donne

All’esterno del teatro, è stato posizionato il camper utilizzato in diversi centri della provincia, come presidio di prossimità, per incontrare la popolazione e, con l’aiuto di operatori specializzati e psicologi, facilitare la raccolta di denunce e segnalazioni. 80 mila i contatti avviati nelle piazze italiane, 83 le questure coinvolte. Cosenza, una delle province più estese, negli ultimi due anni ha investito nel progetto risorse e professionalità. Le impressioni del prefetto D’Angelo e del questore Petrocca raccolte da Salvatore Bruno.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio