Procedure concluse

L’accorpamento delle Camere di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo è realtà: si parte il 3 novembre

Il commissario Bruno Calvetta: «Nell'attuale contesto economico, la collaborazione, la coesione, la condivisione di intenti ed il dialogo appaiono indispensabili»

2
di Redazione
27 ottobre 2022
16:55
Il commissario ad acta Bruno Calvetta
Il commissario ad acta Bruno Calvetta

«Nell'ambito delle politiche di razionalizzazione del Sistema camerale nazionale sono ormai giunte a conclusione le procedure di accorpamento delle Camere di commercio della Calabria centrale. Il 3 novembre, ai sensi del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 16 Febbraio del 2018 e del Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 84 del 2022, verrà infatti ufficialmente costituita la nuova Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia per effetto, appunto, dell'accorpamento degli stessi enti». Ne dà notizia un comunicato della Camera di commercio di Catanzaro.

«Nell'approssimarsi del nuovo corso e, dunque, a compimento del suo incarico - prosegue la nota - il Commissario governativo ad acta per l'accorpamento, Bruno Calvetta, ha salutato i Commissari straordinari delle tre Camere di commercio di cui è previsto l'accorpamento, i presidenti delle associazioni di categoria, le organizzazioni sindacali e le associazioni dei consumatori delle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia».


«Intendo esprimere i miei ringraziamenti - afferma Calvetta nel messaggio - ai Commissari straordinari degli Enti camerali per la piena collaborazione nell'ambito del procedimento di costituzione della nuova Camera di commercio e, al contempo, per l'incessante lavoro svolto in questi anni, l'impegno, la disponibilità e l'attenzione profusi nei confronti delle imprese e dei territori, pur in un momento complesso per il tessuto economico dell'intero Paese. Nondimeno, ritengo di fondamentale importanza la cooperazione e la partecipazione dimostrate dalle associazioni nella gestione di una procedura avviata nel 2018 e che, per via delle note vicende, si è rivelata alquanto articolata».

«Per quanto innanzi espresso - continua Calvetta - e per l'apporto ed il sostegno da sempre manifestato alle iniziative e azioni, specie di carattere promozionale, avviate dagli enti camerali, nella doppia veste di Commissario ad acta e di Segretario generale, manifesto alle associazioni la mia sincera gratitudine. Nell'attuale contesto economico, la collaborazione, la coesione, la condivisione di intenti ed il dialogo appaiono indispensabili per pianificare le attività future e per programmare insieme misure per il rilancio dell'economia, nel solco della continuità amministrativa, e per lavorare su una visione comune di sviluppo affinché la nuova Camera di commercio, frutto dell'accorpamento, continui ad essere un soggetto propositivo ed attivo nella costruzione del territorio e nel sostegno allo sviluppo del tessuto economico locale».

«Secondo quanto già reso noto dal Commissario Calvetta - prosegue il comunicato - si evidenzia che la nuova Camera avrà sede legale a Catanzaro e sedi secondarie a Crotone e Vibo Valentia; che il Registro delle imprese della nuova Camera sarà retto da un unico Conservatore, sotto la vigilanza del Giudice del Registro imprese del Tribunale di Catanzaro, e che l'erogazione dei servizi camerali non subirà variazioni e continuerà ad essere regolarmente svolta nelle rispettive sedi di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Anche le procedure per la predisposizione di pratiche Registro delle imprese non subiranno alcuna modifica».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top