Natale

A Cosenza i primi passi dell’associazione “Jole Santelli”: «Amava la bellezza e le tradizioni della nostra Calabria»

Dal cagnolino luminoso su corso Mazzini per i più piccoli all'albero di Natale davanti al Duomo. E nel giorno del suo compleanno, il 28 dicembre, le sorelle della governatrice prematuramente scomparsa si recheranno in carcere a Paola per donare i panettoni ai detenuti

30
di Antonio Alizzi
23 dicembre 2021
21:45

L’associazione dedicata a Jole Santelli, prima donna a diventare presidente della Regione Calabria, scomparsa prematuramente il 15 ottobre del 2020, nella sua casa di Cosenza, dopo una lunga malattia, muove i primi passi nel sociale. È di pochi giorni fa infatti una bellissima iniziativa rivolta ai più piccoli, con la realizzazione di un grande cagnolino luminoso, posto su corso Mazzini, a Cosenza, dove i bambini si possono fermare a fare un selfie, conservando così un ricordo del periodo natalizio. «Abbiamo pensato di partire con piccole cose, come l’installazione del cagnolino brillante sul corso principale di Cosenza, una forma attrattiva per i bimbi» ha detto Paola Santelli, contattata dal nostro network editoriale.

L’associazione è stata costituita da pochi mesi ed è composta da sei soci-fondatori, tra cui le sorelle di Jole, Paola e Roberta. «Ora ci apriremo a tutti, avendo come obiettivo quello di sviluppare progetti non solo pensati per la Calabria, terra che Jole amava tantissimo, ma anche per l’Italia. Lei adorava la bellezza ed era legata alle nostre tradizioni. Così queste iniziative sono finalizzate a mantenere vivo il suo ricordo».


Grazie al contributo dell’assessore regionale, Gianluca Gallo, l’associazione “Jole Santelli” ha donato al Duomo di Cosenza, in vista del 700 centenario, l’albero di Natale, addobbato dalle sorelle e da una delle nipoti dell’ex presidente della Giunta regionale della Calabria. Ma in cantiere c’è anche un’iniziativa a cui Jole Santelli teneva tantissimo.

Il 28 dicembre 2021, Paola e Roberta Santelli entreranno nella casa circondariale di Paola per consegnare i panettoni ai detenuti. «Abbiamo scelto questa data perché Jole è nata il 28 dicembre e sin da quando fu nominata sottosegretaria alla Giustizia, ogni anno si recava negli istituti penitenziari per trascorrere uno dei momenti della sua giornata insieme alle persone carcerate. Vogliamo portare avanti le sue grandi idee, attraverso lo straordinario impegno che ha contraddistinto il suo agire politico».

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top