Lamezia, domani il seminario contro dispersione scolastica e povertà educativa

L’incontro di formazione è previsto alle 15.30 all’istituto Einaudi ed è rivolto ai presidi, coordinatori didattici, docenti e imprenditori

56
di Redazione
26 aprile 2022
18:51

Si svolgerà mercoledì 27 aprile 2022 a Lamezia Terme alle 15.30, all’istituto Einaudi, in via Leonardo da Vinci, il seminario di formazione: “Didattica, character skills, scuola e lavoro. Ripensare i processi di apprendimento e le collaborazioni scuola territorio.” «L’iniziativa formativa – si legge in una nota- è organizzata dalla Scuola per il bene Comune “Il Sud già e non ancora”, dall’Einaudi e dall’associazione professionale Disal, con il patrocinio ed in collaborazione con dell’Ente di ricerca scientifica ed alta formazione».

«Il corso è rivolto a dirigenti scolastici, coordinatori didattici, docenti e imprenditori. Durante il seminario, introdotto da Lorenzo Benincasa, presidente Disal Calabria, interverranno Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la sussidiarietà e curatore insieme a Giorgio Chiosso e Anna Maria Poggi del volume “Viaggio nelle character skills. Persone, relazioni, valori”, Il Mulino, ed Ezio Delfino, dirigente scolastico, presidente nazionale della Disal».


«L’incontro sarà moderato da Antonio Saladino, presidente di Il Sud già e non ancora. La domanda su cui il seminario cercherà di rispondere sarà: “Come prevenire e combattere la povertà educativa e la dispersione scolastica?”».

Per gli organizzatori, «occorrono risposte concrete e urgenti, considerato che si tratta di fenomeni già allarmanti prima della pandemia, che si sono ulteriormente aggravati. Mettere a tema l’educazione e la formazione significa affrontare una dimensione decisiva della crescita personale, della preparazione al mondo del lavoro e anche della possibilità per gli studenti di vivere appieno la vita personale e sociale».

«La strada è quella di ripensare i processi di apprendimento, considerando che essi non riguardano solo l’acquisizione di capacità cognitive, come ricordare, parlare, comprendere, fare nessi, dedurre, valutare, ma che implicano anche qualità trasversali, disposizioni della personalità dette character skills, quali l’apertura mentale, la capacità di collaborare, la sicurezza».

«Un innovativo testo di legge già approvato dalla Camera prevede l’avvio di una sperimentazione sullo sviluppo delle competenze non cognitive da realizzare “nelle scuole dell’infanzia, nelle istituzioni scolastiche di primo e secondo ciclo e nei Centri provinciali per l’istruzione degli adulti”».

Sono previsti i saluti istituzionali di Rossana Costantino, dirigente scolastico dell’istituto Einaudi, di Filippo Mancuso presidente Consiglio regionale della Calabria; Giuseppina Princi, assessore regionale Istruzione Formazione, Michele Monaco, coordinatore nazionale Ersaf e del vescovo della diocesi di Lamezia Terme Giuseppe Schillaci.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top