Prostituzione, il prefetto di Catanzaro richiama i sindaci alla collaborazione

L’aumento esponenziale dell’immigrazione suscita allarme in ordine alla manifestazione di crimini quali il traffico di esseri umani e lo sfruttamento della prostituzione

di L. C.
11 maggio 2017
14:23

Il prefetto di Catanzaro, Luisa Latella, ha questa mattina inviato una nota indirizzata ai sindaci di tutti i comuni della provincia per sollecitare l’adozione di provvedimenti finalizzati alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della prostituzione sul territorio.

“I sindaci, quale ufficiale del Governo, ha la possibilità di adottare -scrive il rappresentante governativo - provvedimenti anche contingibili e urgenti al fine di prevenire e eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana. Tali provvedimenti sono diretti a prevenire e contrastare l’insorgere di fenomeni criminosi o di illegalità tra i quali lo sfruttamento della prostituzione e la tratta di persone.

Il fenomeno della prostituzione non è solo una manifestazione di degrado sociale che incide sulla vivibilità e sul decoro e la sicurezza dei centri urbani o delle strade limitrofe, ma può anche essere manifestazione di ben più gravi forme di criminalità – connesse alla prepotente crescita negli ultimi anni dell’immigrazione di massa di cittadini extracomunitari -, quali il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina lo sfruttamento della prostituzione, il traffico di esseri umani. Non può quindi escludersi che cittadine extracomunitarie, sovente ospiti dei centri di accoglienza temporanea presenti sul territorio possano esercitare la prostituzione anche in condizione di sfruttamento”.

 


l.c.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top