VADEMECUM CONTRO LE INFILTRAZIONI NEI RITI RELIGIOSI. IL PREFETTO DI VIBO VALENTIA DETTA LE REGOLE

Tolleranza zero della Prefettura. Annunciate nuove disposizioni per la gestione delle festività. Senza l’autorizzazione prefettizia niente processioni. I provvedimenti riguardano anche i fuochi d'artificio

27 luglio 2014
00:00

VIBO VALENTIA - L’attivismo del Prefetto Giovanni Bruno non conosce tregua. L’ultima iniziativa del capo dell’Ufficio territoriale del Governo di Vibo Valentia riguarda le processioni. Pronto un vero e proprio vademecum che punta a contrastare le infiltrazioni della ‘ndrangheta nei riti religiosi e ad evitare “nuove Oppido”. L’obiettivo delle nuove disposizioni che il Prefetto intende fornire ai sindaci è la prevenzione.Sotto la lente d’ingrandimento di Giovanni Bruno le processioni, ma anche gli spettacoli pirotecnici. D’ora in poi tutto filtrerà attraverso il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Le nuove regole prevedono la consegna preventiva degli elenchi dei portatori delle statue, le cui posizioni verranno vagliate dalla Prefettura che darà quindi il via libera. Una commissione ad hoc si occuperà invece dei fuochi d’artificio. Anche qui, ovviamente, vincolante il disco verde prefettizio.

 


guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top