A Catanzaro piazza arcobaleno per Orlando e le vittime della violenza omofoba

VIDEO | La manifestazione si tinge di attualità dopo la vicenda del giovane morto suicida a Torino. L'attivista Davide Sgrò: «Lo conoscevo, era un ragazzo sensibile e solare»

di Luana  Costa
28 giugno 2021
19:46

«C'è bisogno oggi più che mai di queste manifestazioni». Così il responsabile dell'ufficio nuovi diritti della Cgil, Sandro Garittu, questo pomeriggio a Catanzaro per la manifestazione organizzata a Catanzaro contro ogni forma di discriminazione. Nata sull'onda emotiva dell'intimidazione subita da un'attivista Lgbt, Davide Sgrò, a cui ignoti hanno imbrattato l'auto con scritte omofobe, l'iniziativa oggi si tinge di attualità dopo la tragica vicenda del giovane Orlando Merenda. 

«Orlano era un ragazzo sensibile»

«Il fatto di cronaca che ha colpito il ragazzo di Catanzaro - specifica ancora il sindacalista - e ancor di più il suicidio di un 18enne a Torino che aveva origini calabresi rendono questa manifestazione ancora più attuale». Orlando Merenda, morto suicida a soli 18 anni a causa delle vessazioni subite per il suo orientamento sessuale. «Purtroppo può succedere quando ad essere prese di mira sono persone deboli» spiega Davide Sgrò che aggiunge: «Io lo conoscevo era un ragazzo piuttosto sensibile, solare e bellissimo e mi dispiace di quel che gli è accaduto. Io spero veramente che manifestazioni del genere possano servire a sensibilizzare le persone ignoranti e cattive».


Il ddl Zan

Ma la manifestazione di oggi si inquadra anche nella cornice della mancata approvazione del ddl Zan, bloccato al Senato da veti incrociati dopo il varo alla Camera: «Al di là dei fatti di cronaca che certamente sono importanti - ha aggiunto il sindacalista - perchè fanno toccare con mano quale sia la violenza nei confronti della comunità, è importante l'approvazione di questa legge, è importante manifestare in tutte le piazze d'Italia così come si sta facendo oggi».

Le adesioni

Davvero numerose le adesioni all'iniziativa, vi ha partecipato: Anpi comitato provinciale Catanzaro, Amnesty International Circoscrizione Calabria, Arci Catanzaro, Asd Pugilistica Eagles Catanzaro, Associazione Acquamarina Catanzaro, Associazione Per Te Stop Violenza sulle Donne Lamezia Terme, Associazione Stella Popolare, Calabria resistente e solidale, Centro Calabrese di solidarietà, Cgil Area Vasta Cz-Kr-Vv, Cgil Calabria, Ci siamo rotte i tabù Catanzaro, Codacons Catanzaro, DemA Calabria, Federazione Giovanile Socialista "Garofano Rosso" Catanzaro, Filcams Cgil Calabria, Fiom-Cgil Calabria, Fisac Cgil Regionale e Area Vasta Cz-Kr-Vv, Fridays for future Catanzaro, Libera Catanzaro, Non una di meno Lamezia Terme e provincia di Catanzaro, Partito Democratico Catanzaro, Partito Socialista Catanzaro, Potere al popolo, Rifondazione Comunista Calabria e Volt Calabria. Tra gli assenti, il Comune di Catanzaro che non ha offerto il patrocinio alla manifestazione nè era presente con un delegato.

Risposta corale

«Sono molto felice di essere qui questo pomeriggio e sono felice che la mia città abbia risposto così» ha concluso Davide Sgrò. «A chi viene discriminato dico di avere forza e coraggio, chiedere aiuto e denunciare ogni giorno, anche un semplice insulto».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top