Aeroporti, dalla Regione 26 milioni per il terminal di Lamezia Terme: ora il progetto è cambiato

Il sindaco Mascaro comunica gli esiti di una interlocuzione con la Cittadella. Quattro gli interventi finanziati in base a un prospetto dello scorso febbraio

76
di T. B.
12 giugno 2020
20:38

«È evidente la volontà più volte manifestata della Regione Calabria di essere vicina alle esigenze del territorio di Lamezia Terme e di volerne favorire lo sviluppo mantenendo il finanziamento dell'aerostazione sino alla somma di euro 25.938.066; occorrerà, quindi, in tempi rapidissimi procedere da parte di Sacal a definire ogni dettaglio per far al più presto partire i lavori della nuova aerostazione con la certezza che la Regione fornirà il massimo supporto possibile».

 

Il sindaco di Lamezia Paolo Mascaro ribadisce con una nuova nota il contributo della Regione Calabria per la costruzione della nuova aerostazione di Lamezia Terme. Uno stanziamento, è bene ricordarlo, che servirà non per costruire la faraonica stazione da 51 milioni di euro in ballo dal 2007 ma una versione ridotta.

 

I fondi europei persi dalla Sacal a causa di ritardi e tentennamenti non sono recuperabili e sono serviti però a far capire alla società aeroportuale che quel progetto non era sostenibile. Per anni ha cercato di recuperare le risorse o di ottenere mutui, ma inutilmente. Ecco perché già da prima della “bocciatura” di Bruxelles erano iniziate le interlocuzioni con la Regione.

 

Il sindaco di Lamezia spiega di essere il destinatario di una comunicazione del Capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta Regionale Luciano Vigna il quale ha illustrato alcuni chiarimenti legati proprio al nuovo progetto della Sacal presentato il 13 febbraio scorso. Nel documento si parla di quattro interventi per 5.430.000 euro che verranno coperti dalla Regione «con l'ulteriore garanzia di integrale copertura di eventuali nuove progettazioni di lotti funzionali da parte di Sacal S.p.A. (nei limiti dell'originaria disponibilità di 25.938.066 euro) nel Pac 2014/2020».

 


«Pertanto – sottolinea Mascaro - ribadisce la Regione che è chiara l'azione e la volontà politica di offrire massima tutela alle strategie di sviluppo per l'aerostazione di Lamezia Terme, dando garanzia della disponibilità di tutte le risorse originariamente destinate specificando che con la procedura descritta in primis è stata salvaguardata da sicura decertificazione la finanza del programma PAC 2007/2013, garantendo al contempo a Sacals.p.a. di avere copertura finanziaria sia per le progettazioni proposte che per quelle in divenire».

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio