Alluvione Crotone, i 60mila euro della raccolta fondi alle attività del quartiere Marinella

Gli aiuti arrivati all'indomani del maltempo che ha funestato la città a novembre saranno destinati alle imprese più colpite. Il contributo sarà commisurato a quanto dovuto per la TARI per l’anno di imposta 2020

6
di Redazione
13 febbraio 2021
19:13

Saranno i titolari di micro, piccole e medie imprese (attività produttive, commerciali, artigianali) ubicate nel quartiere Marinella di Crotone i beneficiari della raccolta fondi avviata dal Comune di Crotone in collaborazione con il bisettimanale Il Crotonese, all’indomani dell’alluvione del novembre scorso.

«L’assessore comunale alle Attività Produttive, Luca Bossi – informa una nota dell’ente - nel corso di queste settimane, ha avuto una serie di incontri con le associazioni di categoria e con la Camera di Commercio, in considerazione che gli eventi hanno colpito le attività commerciali ed in particolare le attività economiche aventi sede operativa nel quartiere Marinella».


Ieri pomeriggio, «l’amministrazione, preso atto delle schede di segnalazione dei danni presentate dalle attività commerciali al Comune di Crotone e alla Camera di Commercio – si legge ancora nella nota - ha deliberato di definire gli indirizzi per la corresponsione dei contributi agli operatori economici danneggiati dagli eventi alluvionali». Il contributo sarà commisurato a quanto dovuto per la TARI per l’anno di imposta 2020, non potrà essere inferiore ad euro 300 e sarà erogato dietro presentazione di specifica istanza al Comune di Crotone utilizzando la modulistica che sarà pubblicata nei prossimi giorni sul sito dell’Ente.

Nell’ambito della raccolta fondi, sono stati donati complessivamente 61.489 euro. «Segnali di solidarietà sono giunti, nel corso di questi mesi, da ogni parte d’Italia ed ogni piccolo o grande contributo è stato donato con grande senso di solidarietà, accolto con grande riconoscenza perché fatto con il cuore» ha dichiarato il sindaco Vincenzo Voce.
«L’iniziativa – ricordano dal Comune di Crotone - è stata parallela, naturalmente, alla richiesta di dichiarazione di stato di emergenza che l’amministrazione ha deliberato già dallo scorso 23 novembre, per dare ristoro ai soggetti maggiormente danneggiati dall’evento in via complementare e non alternativa ad eventuali contributi straordinari di provenienza statale o regionale».

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top