Anziana “reclusa” in casa: avviati i lavori di ripristino dell'ascensore

La signora Daniela Iolanda, che vive a Catanzaro, da oltre un anno ha dovuto drasticamente limitare i suoi spostamenti a causa di difficoltà motorie che la inchiodano dentro l'abitazione

28
di L. C.
2 giugno 2018
08:42

«Con molta disinvoltura e latitanza l’Aterp ha finalmente risolto un problema del quale è a conoscenza da diverso tempo. L’atto vandalico all’ascensore, come può confermare la signora Iolanda, è avvenuto molto tempo dopo il fermo dell’apparato di sollevamento; comunque un atto assolutamente da condannare». Dopo aver sollevato il caso della 79enne bloccata in casa a causa di difficoltà motorie, Stefano Veraldi di Fare per Catanzaro torna sul caso. «Vero è anche che vi sono inquilini morosi che provocano atti vandalici ma non si può condannare di riflesso alcuni a condurre una vita disagiata! Forse i riflettori accesi sulla vicenda hanno turbato le responsabilità di qualche dirigente? Inoltre vorremmo portare a conoscenza del commissario Mascherpa che dopo un’attenta analisi, abbiamo constatato che è emerso un quadro disastroso.

 

Appena sotto le abitazioni - continua Veraldi - si può chiaramente notare la condizione catastrofica delle tubature fognarie, che ad ogni situazione meteorologica leggermente meno serena, si trasforma in un ristagnare di acqua maleodorante e contaminata. Come se non bastasse, le palazzine presentano lesioni visibili anche in lontananza. Piccoli crateri e calcinacci in continua caduta libera, che mettono in pericolo abitanti e semplici sfortunati passanti. Inutile sottolineare la presenza di bambini che non possono scendere a giocare in cortile, per evitare di andare incontro alla catastrofe, con il rischio di rimanere tragicamente vittime dello sgretolamento dei loro palazzi e di quelli circostanti!

 

Infine con la stessa celerità contiamo di poter leggere un comunicato stampa con il quale si annuncia finalmente anche la risoluzione del problema dello svuotamento delle vasche raccolta acque di Viale Isonzo 222 e 222/K richiesto via Pec in data 14/02/2018 al Prot. 15539 dello stesso giorno. La prevenzione e la sicurezza degli abitanti dei quartieri in questione, con interventi costanti atti a prevenire eventi incresciosi e tragici, è fondamentale anche nel rispetto degli inquilini onesti che onorano le rette da pagare mensilmente. Nel caso in cui non venisse data l’importanza dovuta anche ai gravi disagi sopra elencati, saremo costretti - coclude - ad interpellare gli organi di competenza. Aterp se ci sei batti un colpo!».

 

l.c.

 

LEGGI ANCHE:

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio