Appalto Amico, il sindaco di Aieta torna in libertà

Gennaro Marsiglia, dopo aver lasciato il carcere, era domiciliari dal 22 luglio scorso

78
di Francesca  Lagatta
15 dicembre 2018
11:51
Il sindaco di Aieta Gennaro Marsiglia
Il sindaco di Aieta Gennaro Marsiglia

Il sindaco di Aieta Gennaro Marsiglia, arrestato lo scorso 5 luglio nell'ambito dell'inchiesta "Appalto Amico", questa mattina è tornato in libertà. L'uomo era detenuto in regime di arresti domiciliari dal 22 luglio 2018, dopo aver lasciato il carcere. Gennaro Marsiglia, dunque, torna ad essere un cittadino libero.

La condanna a 4 anni di carcere in primo grado

Solo tre giorni fa Marsiglia, imputato per le sue funzioni di responsabile finanziario di due Comuni del Tirreno cosentino, era stato condannato in primo grado a 4 anni di reclusione. Il quadro accusatorio, che ha visto imputati anche sua moglie Chiara Benvenuto e l'imprenditore Andrea Biondi, racchiude reati di corruzione e turbamento di gare pubbliche, anche con riferimento a procedure riguardanti il settore della raccolta dei rifiuti, il servizio assistenza scolastica per persone diversamente abili, servizio supporto Ufficio Tributi, gestione mense scolastiche.

Il legale di Marsiglia, l'avvocato Alessandro Gaeta, ha già fatto sapere che si opporrà alla decisione del giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Paola e, dopo che saranno rese note le motivazioni della sentenza, ricorrerà in Appello.

Il patteggiamento di Biondi

Andrea Biondi, imputato nella sua qualità di presidente della cooperativa Artemisia, ha chiesto tramite il suo legale il patteggiamento della pena. La decisione ha trovato il parere favorevole dei giudici, che lo hanno condannato a un anno, undici mesi e dieci giorni, pena sospesa. Lo sconto ottenuto da Biondi è arrivato anche grazie alla restituzione dell'intera somma ritenuta dalla magistratura di illecita natura. Era tornato in libertà da tempo.

Niente patteggiamento per Benvenuto

Per Chiara Benvenuto, presidente prima e vicepresidente poi della cooperativa Artemisia, la richiesta di patteggiamento è stata respinta e i giudici hanno rimesso gli atti relativi alla sua posizione nelle mani del Pm. Come Biondi, anche la moglie di Marsiglia era tornata in libertà da tempo.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio