Armi e droga nel Crotonese, controlli a tappeto dei carabinieri: un arresto e una denuncia

A Petilia Policastro un 29enne è stato trovato in possesso di 4 piante di marijuana, 10 grammi della stessaa sostanza e un bilancino di precisione. A Roccabernarda un bracciante agricolo deteneva illegalmente un pistola con relativo munizionamento

67
di Redazione
18 settembre 2021
13:02

Continuano nel Crotonese i controlli dei carabinieri in materia di armi da fuoco e di produzione e spaccio di sostanze di stupefacenti. In particolare, nella giornata di oggi, i militari di Petilia Policastro hanno arrestato un 29enne che, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 4 piante di “marijuana” dell’altezza di circa 2 metri cadauna, di 10 grammi della medesima sostanza, già essiccata e pronta per essere commercializzata, nonché di un bilancino di precisione. L’uomo è stato rimesso in libertà ai sensi dell’art. 121 del Codice di Procedura Penale, non essendovi incombenti esigenze cautelari, mentre il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Un 22enne è stato invece segnalato alla Prefettura di Crotone, per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti, perché trovato in possesso di circa 2 grammi di “marijuana” e di materiale idoneo al suo confezionamento.

Roccabernarda, i carabinieri hanno denunciato un bracciante agricolo di 59 anni, nella cui abitazione è stato rinvenuto un Revolver Smith & Wesson, calibro 38, munito di 99 cartucce, di proprietà del defunto genitore, di cui non aveva mai denunciato il possesso. Arma e munizionamento sono stati sequestrati. L’uomo è stato privato, altresì, precauzionalmente, delle altre armi regolarmente denunciate e detenute, nonché della relativa licenza che l’autorizzava a detenerle, la quale è stata inviata alla competente autorità amministrativa per i provvedimenti di rito


guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top