Inchiesta Asta la Vista, Raffaele Calidonna va ai domiciliari

Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Catanzaro. L’uomo è considerato il presunto deus ex machina di un sistema di truffe

di T. B.
1 ottobre 2019
13:44

Passa dal carcere agli arresti domiciliari Raffaele Calidonna detenuto dal sei aprile scorso nel carcere di Siano per l’accusa di essere il deus ex machina di un presunto sistema di manipolazione delle aste giudiziarie del foro lametino nell'ambito dell'operazione Asta la Vista. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, a seguito dell'appello dagli avvocati Massimiliano Serrao e Federica Cario, difensori di Calidonna, ha disposto la revoca della misura disponendo per l’uomo gli arresti domiciliari. A incidere sul cambiamento della misura anche i provvedimenti a cascata da parte del Riesame che hanno visto il ritiro dell’ordinanza per molti degli indagati.

Giornalista
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio