Il terrore, la paura, l’autobomba: il drammatico racconto di Francesco Vinci -VIDEO

ESCLUSIVO | Il padre di Matteo Vinci è rientrato nella sua casa di Limbadi dopo il lungo ricovero in ospedale a Palermo e ha ricostruito i terribili momenti seguiti all’esplosione che ha ucciso il giovane 42enne

127
di Redazione
27 giugno 2018
12:37

«Se non fosse stato per mia cognata sarei morto anche io. Mi sono detto: “Forse è vivo…”». Sono strazianti, sono disperate le parole di Francesco Vinci che visibilmente scosso ripercorre ai nostri microfoni il racconto di quel drammatico pomeriggio del 9 aprile che ha spezzato la vita del figlio Matteo. «È arrivata una botta nella macchina… Una cosa incredibile» - dichiara il padre di Matteo Vinci rientrato nella sua casa questa notte da Palermo dove è rimasto ricoverato fin dal giorno dell’attentato a cause delle gravi ustioni riportate.


Una ricostruzione fornita nel corso del colloquio informale avuto con il comandante della Stazione dei carabinieri di Limbadi, Ezio Giarrizzo, che Michele Porcelli ha raccolto in esclusiva per ilvibonese.it, lacnews24.it e per il tg di LaC News24. «È morto, è morto mio figlio…» ha detto ancora tra le lacrime. 


 

LEGGI ANCHE:

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top