Bancarotta fraudolenta, condannato l'imprenditore Sandro Daniele

Il Tribunale di Cosenza ha inflitto cinque anni di reclusione all'amministratore delegato della società di gestione dello Scorpion Healt Club di Rende

di Salvatore Bruno
16 maggio 2017
21:27

Il collegio giudicante del Tribunale di Cosenza presieduto da Enrico Di Dedda ha condannato a cinque anni di reclusione Sandro Daniele, 65 anni di San Marco Argentano, imputato di bancarotta fraudolenta documentale e preferenziale per il crac della società di gestione della palestra Scorpion Healt Club di Rende.

Daniele è stato condannato anche alla interdizione perpetua dai pubblici uffici. Secondo le indagini, condotte dalla guardia di finanza e coordinate dalla procura di Cosenza, Daniele, anche attraverso false fatturazioni e contratti fittizi di cessione d’azienda, aveva sottratto dalla società di cui era amministratore delegato, consistenti risorse con l’obiettivo di proseguire l’attività della palestra senza soddisfare i creditori e l’erario.

L’impianto era stato sottoposto a sequestro preventivo dalle fiamme gialle nell’autunno del 2014 ed affidato alla gestione di un amministratore giudiziario.


 

Salvatore Bruno

Giornalista
GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top