Bancarotta fraudolenta, il Riesame scarcera un medico catanzarese

Il titolare dello studio era stato condannato in via definitiva a 4 anni e 6 mesi di reclusione per reati fallimentari

23 luglio 2020
12:28
Il Tribunale di Catanzaro
Il Tribunale di Catanzaro

Il Tribunale collegiale di Catanzaro, presieduto da Antonella Galati - a latere Maria Cristina Flesca e Maria Clausi-  ha accolto questa mattina l’istanza di scarcerazione avanzata da Lucio Pennestrì, difeso dagli avvocati Antonio Lomonaco ed Enzo Galeota, rimettendolo in libertà a distanza di pochi giorni dal suo arresto.

 

L’ex titolare di uno studio medico specialistico con sede a Catanzaro, il 7 luglio scorso era stato tratto in arresto dalla guardia di finanza del capoluogo di regione, su ordine della procura di Catanzaro, poiché condannato in via definitiva a 4 anni e 6 mesi di reclusione per reati fallimentari e, in particolare, per bancarotta fraudolenta.

 

Gli avvocati Lomonaco e Galeota hanno proposto ricorso al Tribunale catanzarese, al fine di evidenziare come la sentenza di condanna non fosse stata impugnata per ragioni non imputabili agli attuali difensori.

 

A scioglimento della riserva, il Tribunale di Catanzaro ha accolto le tesi dei legali concedendo termine per proporre appello avverso la sentenza di condanna. 

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio