Coronavirus, a Belvedere Marittimo studenti positivi: chiuse le scuole

Gli alunni erano stati sottoposti al test rapido del sangue, così come deciso a inizio anno dallo stesso primo cittadino. Per due di loro è già arrivata la conferma

104
di Francesca  Lagatta
16 ottobre 2020
12:03

Chiusura immediata delle attività didattiche dell'istituto della scuola secondaria di primo grado "Padre Giuseppe Puglisi", situata nella frazione marina di Belvedere Marittimo, a causa di verificata positività da Covid-19.

 

È quanto ha ordinato il sindaco della città altotirrenica, Vincenzo Cascini, dopo che alcuni studenti sottoposti ai tamponi antigenici del test rapido sono risultati positivi al coronavirus.

 

Per due di questi studenti, la positività è già stata confermata dall'esito dei test del tampone nasofaringeo a cui sono stati sottoposti in un secondo momento.

L'ordinanza del sindaco

A partire dalla data di oggi, e per dieci giorni, gli alunni delle classi prima e seconda sezione B, e terza sezione C, e tutto il corpo docente della scuola "Padre Giuseppe Puglisi", dovranno osservare l'isolamento fiduciario domiciliare e saranno costantemente monitorati dagli uomini della task force dell'Asp di Cosenza.

 

Le disposizioni sono contenute nell'ordinanza n° 322 del 15 ottobre 2020.

 

Ancora contagi nel Tirreno cosentino

Ad Amantea, dove i contagi tra i migranti ospiti del Cas hanno superato i 100 casi, la situazione sta tornando gradualmente alla normalità, dopo che 55 persone positive sono state trasferite in altre strutture di accoglienza.

 

Il contagio, però, su tutta la costa tirrenica non si arresta. A San Nicola Arcella, i casi positivi sono arrivati a 9, eguagliando così la comunità di Buonvicino, dove dopo più di un mese ancora non risulta nessun guarito. Sono stabili, invece, i casi registrati a Scalea, che restano 10, e Fuscaldo, che invece è ferma a 11.

 

Due neonati tra i contagiati

Nessuno è immune dal contagio da Covid-19. Tra i nuovi casi registrati, ci sono anche quelli di due neonati, venuti alla luce un mese e mezzo fa. I due bimbi, fortunatamente, sono in buone condizioni di salute e il quadro clinico non desterebbe alcuna preoccupazione. La loro fascia di età non rientra in alcun modo tra quelle considerate a rischio.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio