Emergenza pandemia

Calabria in zona gialla, arriva l’ordinanza del ministro Speranza: ecco cosa cambia dal 13 dicembre

L’entrata in vigore del Super green pass lo scorso 6 dicembre ha modificato leggermente regole da seguire (ASCOLTA L'AUDIO)

504
di Redazione
10 dicembre 2021
17:22

Mancava solo l’ufficialità. Come già si presumeva nel corso della settimana appena passata, il ministro della Salute Roberto Speranza, pochi minuti fa, ha firmato l’ordinanza che prevede il passaggio della Calabria in zona gialla a partire da lunedì 13 dicembre.

I parametri della zona gialla

Il passaggio in zona gialla, da decreto, scatta quando il numero dei nuovi contagi ogni 100mila abitanti supera i 50 casi a settimana, i posti occupati in terapia intensiva sono oltre il 10% e quelli in area medica oltre il 15%. 


Ciò si è reso necessario visto che tutti e tre i fattori, che decretano la transizione della Regione nella fascia con maggiori restrizioni per contrastare la pandemia da Covid, hanno superato la soglia di allarme imposta dal Governo. Secondo i dati contenuti nel monitoraggio settimanale la Calabria è all'11,8% di occupazione in terapia intensiva (contro la soglia del 10%) e al 16,8% in area medica (contro la soglia del 15%). L'incidenza a 7 giorni per il periodo 3-9 dicembre è 119,0 per 100mila abitanti, sopra la soglia di 50 che consente il tracciamento, ed è in crescita per la terza settimana (99,7 per 100mila abitanti per il periodo 26 novembre-2 dicembre e 69,2 per 100mila abitanti nel periodo 19-25 novembre)

Ma cosa cambia effettivamente?

L’entrata in vigore del Super green pass, lo scorso 6 dicembre, ha modificato leggermente regole da seguire.

La mascherina

In zona gialla le mascherine devono essere indossate in tutti i luoghi al chiuso, compresi i mezzi di trasporto pubblico (aerei, treni, autobus) e in tutti i luoghi all’aperto. Anche se il governatore della Regione Calabria Roberto Occhiuto, con apposita ordinanza, ha già imposto l'uso del dispositivo di protezione individuale all'aperto in tutto il territorio.

Spostamenti

In zona gialla sono consentiti tutti gli spostamenti: all’interno del proprio Comune, tra Comuni diversi e tra Regioni. Dal 6 dicembre, per usare tutti i mezzi di trasporto è necessario avere il green pass “base”.

Bar e ristoranti

In zona gialla nei bar e ristoranti all’aperto non ci sono limitazioni. Fino al 6 dicembre, all’interno di bar e ristoranti si potevano sedere al tavolo al massimo quattro persone, a meno che non si trattasse di conviventi. Ma dal 6 dicembre, con l’entrata in vigore del super green pass, chi non è vaccinato o guarito non può andare nei ristoranti al chiuso (né in stadi, cinema, teatri, discoteche). Divieti che scattano già in zona bianca ma che restano validi anche in quella gialla, arancione e rossa. Chi ha il super green pass, invece, dal 6 dicembre non dovrà più rispettare il limite di 4 persone a tavola.

Musei, cinema e teatri

In zona gialla sono aperti i cinema, i teatri e musei e le sale da concerto, con capienza del 100% come in zona bianca. Per quanto riguarda l’accesso a teatri, cinema, sale da concerto e locali di intrattenimento al chiuso, questo è consentito solo con il Super Green Pass. Nel caso di mostre, musei e altri luoghi della cultura al chiuso, basta il Green Pass.

Stadi e palazzetti dello sport

La capienza degli stadi e dei palazzetti dello sport resta al 60% al chiuso e al 75% all’aperto anche in zona gialla, con obbligo di mascherina. Sia all’aperto che al chiuso, l’accesso è consentito esclusivamente per chi ha il Super Green Pass.

Palestre e piscine

Per accedere a palestre e piscine è obbligatorio il green pass “base”. Anche le persone non vaccinate possono dunque accedere agli impianti sportivi e alle palestre se sono negative al tampone.

Scuola

Didattica in presenza al 100% per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado non hanno bisogno del Green Pass per entrare in aula, che invece è necessario per gli studenti universitari (ma basta la certificazione base, non il Super Green Pass).

Discoteche, sale da ballo, feste

L’accesso a discoteche e sale da ballo è consentito solo a chi ha il Super Green Pass, in zona gialla così come in zona bianca e arancione. Vietato l'accesso ai non vaccinati. Per quanto riguarda le feste conseguenti a cerimonie civili o religiose, è obbligatorio essere muniti di Green Pass o di Super Green Pass. In caso di feste non conseguenti a cerimonie civili o religiose, invece, è obbligatorio il Super Green Pass.

Centri termali e centri benessere

L’accesso ai centri benessere al chiuso è riservato a chi ha il Green Pass e Super Green Pass, lo stesso avviene per i centri termali all’aperto o al chiuso nel caso in cui ci si rechi in questi luoghi per piacere, e non per motivi di salute.

Parchi tematici

L’accesso ai parchi tematici e di divertimento è riservato solo a chi ha il Green Pass e il Super Green Pass.

Centri sociali, centri ricreativi e sale giochi

L’accesso a centri culturali, sociali e ricreativi è riservato a chi ha il Green Pass e Super Green Pass al chiuso, mentre all’aperto è accessibile anche per chi non ha il Green Pass. Solo chi ha il Green Pass Rafforzato e quello base può recarsi in sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

GUARDA I NOSTRI LIVE STREAM
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio
top